I protagonisti della serie televisiva Il Trono di Spade a spasso per Bagnoregio

Passeggiare per il borgo di Bagnoregio e a Civita al fianco di Ezio Auditore, protagonista del noto videogame Assassin’s Creed, o potendo guardare negli occhi i personaggi della nota serie televisiva Il Trono di Spade.

Sarà possibile domenica, 27 maggio. Dalla mattina al tramonto. Tutto grazie a un incontro tra cosplayer e fotografi, che si sono dati appuntamento da mezza Italia. I più arriveranno da Roma, città dei due organizzatori: Mauro Terzi e Chiara Vantaggio; a cui è venuta l’idea. “Coltiviamo da anni la passione per il cosplay e siamo venuti a fare degli scatti con persone in costume proprio a Civita qualche mese fa. E’ stato amore a prima vista, una location suggestiva e perfetta che siamo sicuri avrà un grande successo tra gli appassionati del genere – racconta Terenzi -”.

Un centinaio i protagonisti registrati al meeting. Le loro foto verranno messe sul web e il tutto è già destinato a trasformarsi in un’importante azione di promozione per Bagnoregio, praticamente a costo zero. “Accogliamo con grande entusiasmo l’idea di questi appassionati e siamo convinti che anche i turisti e gli stessi bagnoresi saranno incuriositi da queste persone in costume – così il sindaco Bigiotti -. Sarà un bell’omaggio anche ai tanti turisti orientali che si sentiranno un po’ più a casa, visto che il fenomeno dei cosplay è fortissimo in quella parte del mondo. Soprattutto in Giappone. Abbiamo chiesto agli organizzatori di realizzare degli scatti pure nel centro storico di Bagnoregio, su cui ci stiamo concentrando perché siamo convinti che possa diventare il salotto di attesa e di riposo dopo la visita a Civita”.

Al centro della giornata saranno i cosplayer. Gli organizzatori hanno chiesto ai partecipanti di prediligere personaggi del genere fantasy medioevale, in linea con la location. Ma non sono da escludere sorprese e stravaganze fumettistiche.

Cosplay è una parola nata dalla fusione dei termini inglesi “costume” (costume) e “play” (gioco), che indica la pratica di indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile in un determinato ambito e interpretarne il modo di agire.

In Italia, le prime apparizioni del fenomeno cosplay risalgono agli Anni Novanta, quando, all’interno delle manifestazioni delle principali Fiere del Fumetto: Lucca Comics, Romics, Mantova Comics, Torino Comics; di mostre-mercato o di apposite convention di settore: Comic – Con di Napoli, la Comicconvention di Milano, la Palermo Comic Convention; il gruppo de Kappa boys iniziò a promuovere il crescente mercato editoriale (stampa-audiovisivo-games) dedicato ai manga, sull’onda di una sorta di revival culturale dei cartoni animati giapponesi e di recupero delle sigle tv e delle serie animate per bambini, mandate in onda a partire dagli Anni Settanta, fino ad arrivare alle nuove saghe dell’animazione nipponica. Da questo meeting bagnorese può nascere qualcosa di nuovo e interessante, per ora sarà una bella giornata per i partecipanti e chi avrà il piacere di incontrarli e un’operazione di comunicazione significativa.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI