Federico Bonesi eletto presidente di Fare Verde Roma

Eletto il presidente del gruppo locale di Fare Verde Roma, è Federico Bonesi, 44 anni, romano, imprenditore nel settore della ristorazione e del tempo libero.

Si è svolta ieri pomeriggio a Roma, giovedì 23 luglio 2020, l’assemblea degli iscritti al gruppo locale di Fare Verde della Capitale.

A presenziare l’assemblea i vertici nazionali, regionali e provinciali del sodalizio ambientalista: il vice presidente nazionale, Massimo De Maio; il presidente regionale, Silvano Olmi; e il commissario dell’area metropolitana Roma Capitale, Paolo Giardini.

I volontari di Roma, all’unanimità, hanno eletto presidente Federico Bonesi, il quale sarà affiancato da Cinzia Negri come vice presidente, Maurizio Cuoci, Marina Mele e Leonardo Samà che ricopriranno la carica di consiglieri.

“Riparte alla grande l’attività di Fare Verde nella Capitale – ha dichiarato il neo eletto presidente del gruppo locale di Roma – vogliamo dare il nostro contributo per migliorare la vita della nostra città, che è faro di civiltà nel mondo. Siamo coscienti – ha concluso Bonesi – che c’è tanto da fare, ma questo non ci frena, anzi ci spinge a moltiplicare gli sforzi nel ricordo dell’opera del nostro fondatore Paolo Colli.”

L’elezione di Federico Bonesi è stata preceduta da un dibattito, svoltosi nell’ambito della manifestazione “Piazza Italia”, nel parco di Colle Oppio, a due passi dal Colosseo, dal titolo “L’ecologia del Cuore, contro l’ambientalismo della ragione”.

Durante il dibattito, moderato da Federico Bonesi, è giunto il saluto telefonico del presidente nazionale di Fare Verde, Francesco Greco, che ha ripercorso brevemente la nascita del sodalizio ambientalista e la figura del suo fondatore Paolo Colli, prematuramente scomparso.

Il commissario per l’area metropolitana di Roma Capitale, Paolo Giardini, ha evidenziato le difficoltà che si devono superare per gestire adeguatamente un sodalizio e non ha mancato di rimarcare la situazione ambientale di Civitavecchia, dove esiste da decenni una centrale alimentata a carbone.

Il presidente regionale Silvano Olmi, ha ricordato che Fare Verde venne ideata nel 1986 proprio a Colle Oppio e dal 1994 e un sodalizio fuori da ogni schema partitico. Ha rievocato alcuni eventi della storia associativa e ha sottolineato le tante battaglie di Fare Verde, tra le ultime quelle contro il progetto di costruire un inceneritore di rifiuti a Tarquinia e la raccolta di pneumatici abbandonati in provincia di Frosinone.

A chiusura del dibattito, l’intervento del vice presidente nazionale Massimo De Maio, che ha evidenziato le differenze rispetto alle altre associazioni ambientaliste e le profonde ragioni, etiche e morali, sulle quali si basa l’azione di Fare Verde.

Associazione ambientalista Fare Verde – gruppo locale di Roma

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI