11.9 C
Viterbo
venerdì, gennaio 22, 2021

Il Paradiso perduto: viaggio on line nei giardini di Roma e del Lazio , c’è anche Villa Lante

Da Villa Lante a Villa d’Este, da Villa Medici a Villa Doria Pamphili, dagli Orti Farnesiani ai Giardini Vaticani: un viaggio in un luogo di delizie e di meraviglie all’interno del quale il giardino va a configurarsi come un vero e proprio Eden perduto dove il visitatore può ritrovare finalmente se stesso e la sua identità.

La costruzione di una villa, dove dedicarsi agli otia, è stata una prerogativa di personaggi colti e facoltosi, appartenenti ad una cerchia aristocratica sia di ambito romano che di altre località, che ha portato all’edificazione di splendide dimore fin dagli inizi del XVI secolo. I luoghi prescelti erano vicini all’ansa del Tevere, spazio dedicato fin dal Medioevo agli affari, al commercio, all’esercizio del potere. I colli, posti al margine di quest’area, ponevano le condizioni ideali per soggiorni in spazi verdi. Il giardino di villa, in questo periodo, comincia ad assolvere a molteplici funzioni diventando sede di ricchi banchetti nelle stagioni calde, scenario di rappresentazioni teatrali e di feste, luogo di passeggiate e dotte conversazioni, vero e proprio museo all’aperto dove ospitare ricche e importanti collezioni d’antichità. Innumerevoli e variegati erano gli alberi da frutto e le varie essenze piantate al suo interno che, insieme ai ninfei e alle voliere, testimoniavano solo in parte le ambizioni dei ricchi proprietari.

��Quando: 16 Dicembre
�� OPZIONE ONLINE: Piattaforma Skype
�� RELATORE: Dott.ssa Martina Grillone
�� ORARIO 17:00 – 19:00
�� Costo: 15 euro (soci Gar); più tesseramento di 5 euro ( esterni)

Chiusura prenotazioni: 14  Dicembre

 

COMMENTA SU FACEBOOK

Data

09 Dic 2020

Ora

17:00 - 19:00
Categoria