30.2 C
Viterbo
martedì, giugno 22, 2021

Giardino e Paesaggio conferenze al Museo

Sabato 5 maggio alle ore 17 si terrà, presso il Museo della Città e del Territorio di Vetralla, la terza conferenza della serie “Giardini e paesaggio”. Dopo le conferenze di Carla Benocci “Il valore dei giardini nelle ville cinquecentesche della Tuscia” e Sofia Varoli Piazza “Giardini e Paesaggio: la storia continua; è la volta dell’architetto Stefania Fieno e dell’agronomo Rocco Sgherzi, che ci presenteranno “Villa Canonica a Vetralla: La villa, gli alberi e il giardino storico. Ruolo, cura e cultura “. L’intera conferenza sarà curata da Elisabetta De Minicis.

La prima parte, relazionata dall’architetto Stefania Fieno, verterà su:
La figura dell’artista Pietro Canonica, la vita, le opere presso la Fortezzuola in Roma.
La Villa Piatti-Canonica a Vetralla, progettata dall’Architetto Marcello Piacentini.
Il Giardino della Villa ora Villa Comunale.
Proposta progettuale di sistemazione del Parco Pubblico, legata al Recupero del Paesaggio Storico- Naturalistico della Città di Vetralla.
La seconda parte, relazionata dal Dott. Agronomo Rocco Sgherzi, verterà su:
Il rapporto degli uomini con gli alberi, Il valore che gli si attribuisce, che non è solo ornamentale, ma anche affettivo.
Le alberature del Parco Pubblico di Vetralla, originariamente il Giardino Storico della Villa Piatti- Canonica: caratteristiche e peculiarità.
La cura e la tutela di questi “individui” e delle loro specificità: trovare il giusto compromesso che permetta una convivenza uomo- albero il più armonioso e proficuo possibile.
La figura dell’artista poliedrico Pietro Canonica, attraverso uno sguardo attento e affezionato alla Villa Canonica-Piatti, da lui commissionata all’Architetto Marcello Piacentini, uno dei più affermati progettisti dei primi decenni del Novecento. La Villa Storica ed il Giardino, come elementi indissolubili, come luoghi aventi una forte componente emozionale: la passeggiata, la contemplazione, il contatto con la natura e con gli alberi. Questi grandi alberi, veri e propri patriarchi, portano con sé testimonianze di inestimabile valore e la conservazione di questi luoghi e della loro componente arborea (conservazione da intendersi nel senso più moderno del termine, come gestione attiva, tutela e valorizzazione) passa anche attraverso la cura e la tutela di questi individui e delle loro peculiari caratteristiche.

COMMENTA SU FACEBOOK

Data

05 Mag 2018

Ora

17:00 - 18:00

Luogo

Vetralla
Categoria