1.7 C
Viterbo
martedì, gennaio 25, 2022

CalvinFesta, due grandi eventi dedicati al Cinema, all’Arte e alla Storia

Al CalvinFesta sono di scena il Cinema e la Storia. Domenica 26 dicembre, la giornata sarà caratterizzata da due importanti eventi: il “Premio Nazionale Roberto Rossellini” e l’appuntamento suggestivo di Performing Media, istallazione artistica e performativa con “I Ritratti recitanti” di Cristina di Svezia e Sisto V, in un gioco di relazione con i quadri che sono custoditi nel Museo del Monastero delle Orsoline di Calvi dell’Umbria (Terni).

La mattina, alle ore 12.00, al Museo (via Daniele Radici) attraverso l’interpretazione dell’attrice Gaia Riposati sarà il ritratto stesso a raccontare la celebre regina che, convertitasi alla fede cattolica, abdicò decidendo di trasferirsi a Roma dove venne accolta con tutti gli onori e dove in seguito fondò il circolo di letterati dell’Accademia dell’Arcadia (1690). I “Ritratti recitanti” di Sisto V e di Cristina di Svezia, facendo eco a quelli custoditi nel Museo di Calvi, rappresentano un omaggio digitale alla grande Storia e alla Storia dell’Arte. Con particolari tecniche digitali i quadri raccontano se stessi, vengono animati e narrano la Storia. È un progetto artistico di relazione fra Intelligenza Naturale che ha ideato e interpretato l’opera e Intelligenza Artificiale, in un gioco performante fra anima e animazione, realizzato da NuvolaProject (Massimo Di Leo e Gaia Riposati).

I due dipinti ‘animati’ sono stati realizzati in occasione della manifestazione “Paesaggi Umani” di Urban Experience per Contemporaneamente Roma Capitale 2021, che si è svolta nei luoghi in cui i due personaggi hanno vissuto a Roma ed è culminata con l’appuntamento del 13 dicembre scorso al Palazzo del Quirinale per il Cinquecentenario di Sisto V, dove i ritratti sono stati protagonisti di una inedita rappresentazione in realtà aumentata. Il ‘Ritratto di Cristina’ è un incontro con il personaggio storico, e con il suo mito, attraverso gli aspetti che riverberano nella nostra contemporaneità (la visione paneuropea in nome di un regno della cultura, la passione per l’arte e per la scienza che si compenetrano, l’attraversamento delle lingue e dei linguaggi). L’opera digitale “Ritratto di Sisto V”, con l’interpretazione di Massimo Di Leo racconta una storia emblematica in occasione del Cinquecentenario del Papa che risollevò Roma dopo il sacco dei Lanzichenecchi, riattivando gli acquedotti e i mulini. Ridisegnò l’imago urbis con assi viari che collegano tra loro le grandi basiliche, erigendo obelischi e articolando un sistema di fontane che avviò la città verso il suo secolo d’oro: il Seicento barocco. Innestò nel sistema della città un’energia particolare, la pragmaticità organizzativa marchigiana impostando un’infrastruttura amministrativa e giurisprudenziale importante. Nella Valle del Tevere, fra Civita Castellana e Magliano Sabina, fece costruire il Ponte Felice, lungo la via Flaminia.

Il secondo appuntamento vedrà protagonista la settima arte. Dopo la presentazione del “Premio Nazionale Roberto Rossellini 2021” alla Mostra del Cinema di Venezia e le proiezioni in prima nazionale alla Festa del Cinema di Roma, i cortometraggi vincitori del premio per la sezione sceneggiature e di altri documentari che hanno avuto come location per le riprese Calvi dell’Umbria saranno proiettati nel pomeriggio, alle ore 17.00, nel Teatro del Monastero (piazzetta dei Martiri). Dopo la tredicesima edizione 2021 il premio si svolgerà ogni anno a Calvi. Il Premio Rossellini si sviluppa in due sezioni ovvero il ‘Premio Nazionale Roberto Rossellini’, gestito da Renzo Rossellini in collaborazione con il Comune di Calvi, che si sviluppa fra marzo e settembre con la premiazione finale alla Festa del Cinema di Roma con la partecipazione esclusiva di sceneggiature di autori italiani; il ‘Premio Internazionale Roberto Rossellini’, gestito da Roberto Petrocchi, si sviluppa invece nel mese di dicembre di ogni anno ed  è rivolto ad autori da tutto il mondo e a cui partecipano sceneggiature in tutte le lingue.

Il programma del CalvinFesta è organizzato dal Comune di Calvi dell’Umbria, Assessorato alla Cultura ed al Turismo con la collaborazione di alcune associazioni locali.

Da ricordare che fino al 6 gennaio 2022, presso il Palazzo Comunale è esposta la Mostra Permanente dei Presepi artigianali, mentre lunedì 27 dicembre, al Teatro degli Occhi, andrà in scena l’intenso monologo “In nome della madre” di Erri De Luca, con Galatea Ranzi; regia di Gianluca Barbadori, costumi di Lia F. Morandini.

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle vigenti normative di sicurezza anti Covid-19).

Per informazioni: www.calviturismo.it oppure Info Point, telefono 333 9615741 (piazza Mazzini, 14, 05032 Calvi dell’Umbria, Terni).

COMMENTA SU FACEBOOK

Data

26 Nov 2021

Ora

12:00 - 18:00

Luogo

Calvi dell'Umbria
Categoria