6.7 C
Viterbo
domenica, dicembre 15, 2019

A Vetralla presentazione del libro Noi non ci saremo di Andrea Natali

Domenica 1 dicembre ore 16.00 nella Sala San Giacomo, piazza Franciosoni a Vetralla sarà presentato il libro di Andrea Natali Noi non ci saremo. Fotocatalogazione degli edifici finalizzati inseriti nel paesaggio rurale minore e destinati a scomparire (Davide Ghaleb Editore). In volume contiene una presentazione di Giovanni Carbonara e uno scritto di Amerildo Menditto.

La presentazione verrà realizzata in forma di performance narrativa, come è ormai consuetudine, per i volumi della collana “La banda del racconto” diretta Antonello Ricci e Marco D’Aureli. Parteciperanno infatti, oltre all’autore, Andrea Natali, che condurrà l’evento, i narratori di comunità diplomati ai Master di I livello DIBAF-UNITUS, Maria Morena LepriTiziana CeccarelliMaria Letizia CecconiAnna Rita PozziTiziana Ricci e Federico Vittori. Inoltre parteciperà Amerildo Menditto, che conclude il libro con un suggestivo e appassionato racconto.

Ospite eccezionale della giornata l’organettista diatonico Fiore Benigni che, da molti anni, insieme a Paolo Rocca presenta un vasto repertorio di complessità armoniche e ritmiche come la musica klezmer, il choro brasiliano, i geampara rumen, il moderno tango-jazz, senza trascurare la tradizione della musica popolare italiana.

Anna Maria Palombi, assessore alla cultura del Comune di Vetralla, aprirà la presentazione con i consueti saluti dell’amministrazione comunale, che ha sostenuto questa iniziativa nell’ambito delle politiche culturali comunali.

Gli edifici finalizzati sono quelle costruzione sorte, nel Novecento, in determinati contesti ambientali, sociali, industriali, economici, infrastrutturali, che svolgevano una unica funzione. Questa unica funzione ne ha determinato le dimensioni, le ripartizioni, gli accessi e, in sintesi, le caratteristiche così particolari e specifiche che fanno escludere riutilizzi. Perdendo la loro utilità, sono destinati nel giro di pochi anni a scomparire, ad essere demoliti, a perdersi nella memoria senza lasciare tracce.
Il volume si propone di conservare memoria di alcune di queste testimonianze, ponendo l’attenzione sui suddetti manufatti al fine di tutelare tali testimonianze significative dal punto di vista non solo architettonico ma anche della storia del lavoro, della cultura popolare, della aggregazione sociale.

Con l’occasione s’inaugurerà la campagna Natale 2019 a Casa Ghaleb: “Ci siamo chiesti… che ne penseresti di un libro in regalo”. Iniziativa rivolta dall’editore vetrallese al suo affezionato pubblico. Per tutta la durata delle festività natalizie, infatti, comprando un libro della casa editrice il lettore avrà diritto ad un secondo libro in omaggio. Un modo per risparmiare. Un modo per fare un dono utile. Un modo di promuovere la cultura del territorio. Tutto questo acquistando nelle pubbliche iniziative (presentazioni, performance, proiezioni ecc.) o direttamente in sede (a Vetralla in via Roma 41, palazzo Paolocci).  

COMMENTA SU FACEBOOK

Data

01 Dic 2019

Ora

16:00

Luogo

Vetralla
Categoria