Emma Saponaro, autrice del romanzo “Come il profumo”a Caffeina

Caffeina festival,ospita Emma Saponaro, autrice del romanzo “Come il profumo”(Castelvecchi Editore). La scrittrice romana sarà a Viterbo sabato 23 giugno, nella suggestiva piazza del Comune, alle 20,30. Presenta Luigi Concordia, Lorena Paris leggerà passi del romanzo.

Emma Saponaro è già nota a Viterbo perché in collaborazione con Daria Sganappa, scrittrice viterbese, ha curato l’antologia “Parole di pane”, uscita in due edizioni, nel 2013 e nel 2014. L’antologia, i cui proventi sono stati devoluti interamente in beneficenza, è stata patrocinata dal comune di Viterbo e presentata nella prestigiosa cornice della sala regia del comune, alla presenza del sindaco Leonardo Michelini. A ricevere i proventi delle vendite è stata l’Afesopsit (Associazione familiari e sostenitori sofferenti psichici).

Noir colorato di ironia, Come il profumo è un intrigante racconto che si muove a metà strada fra affetti e criminalità internazionale. Denso di colpi di scena e di improvvisi cambiamenti di ritmo e di scenario, racconta la storia di una giovane donna e della sua bambina, protagoniste di una storia nella quale i profumi, gli odori, hanno un ruolo importante.

Approdata al romanzo dopo un lungo percorso che l’ha vista dapprima blogger di successo e poi autrice disagi psico giuridici sulle problematiche legate all’adozione, all’abbandono e sulle violenze sulle donne, Emma Saponaro non si nasconde i rischi di questa nuova esperienza.

Luigi Concordia è nato a Nepi, laureato in sociologia con indirizzo antropologia culturale all’università di Roma La Sapienza. Ha lavorato nel campo della disabilità mentale a Viterbo e si è sempre interessato alla salute mentale fin dai primi anni ‘70 e in seguito nell’ambito delle teorie basagliane all’interno di “Psichiatria democratica”.

Lorena Paris ha pubblicato sette sillogi poetiche. È presente come autrice in varie antologie di poesia e di poesia-haiku. È autrice e interprete di reading e performance poetiche.

 

 
  

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI