Covid-19.Emporio Solidale: “Ricorderemo questi giorni per i fatti e per le parole. E tutto avrà un senso”

Sono 573 le famiglie che abbiamo raggiunto dall’inizio dell’emergenza Covid-19. In tutto 1675 persone. Oltre 22 tonnellate di “cibo e sapone” distribuiti. Giocattoli per 161 bambini. Ricorderemo questi giorni per i fatti e per le parole. E tutto avrà un senso. I volontari e le volontarie dell’Emporio Solidale I Care di Viterbo al quartiere Santa Barbara racconteranno una storia che oggi stanno scrivendo passo dopo passo, pacco dopo pacco, porta dopo porta. Antonello è un volontario che sin dal primo giorno sta dando tutto se stesso per assicurare che alla “centrale dei pacchi” tutto sia organizzato a dovere, tutto funzioni nel modo migliore. Lui è colui che apre il magazzino alla 8,30 lo chiude alle 13. E lo riapre alle 15, fino alle 19. Ogni giorno. E di sabato e domenica se c’è un’ esigenza particolare basta chiamarlo. Lui ti sa dire quante consegne sono state effettuate, quando e a chi. Ogni aiuto è tracciato, niente è lasciato al caso. Antonello è (solo) un volontario. È colui che risponde al telefono a chi chiede un aiuto. É lui che che chiama le famiglie per annunciare loro che i volontari della FAVL arriveranno nel pomeriggio. Non avrà una foto con il sindaco da incorniciare alla fine di questa storia perché il sindaco ( forse) non sa nemmeno che esiste! Ma il volontariato finché ci sarà “un Antonello” vincerà sempre. Parola di volontari.

Poi ci sono i nostri sostenitori  i nostri “Raggi di Sole”.

Durante queste interminabili settimane di emergenza  Roberto e lo “staff” della pescheria “La Quercia” hanno voluto aiutare, dare una mano! Lo hanno fatto donando, come dice Mattia: “quello che  vendiamo”, cioè 3 spese  per due volte a settimana di prodotti ittici ( di ottima qualità, ).  Lo hanno fatto con generosità ed una semplicità che si percepisce quando per l’ennesima volta ripetono “non abbiamo fatto nulla di speciale…”.   Invece quel che hanno fatto lo è davvero speciale.Il loro gesto ci ha aiutato a rispondere alle tante domande che mai come in questomomento ci sono arrivate da tante famiglie in difficoltà.

Noi volontari dell’Emporio Solidale vogliamo dirgli grazie anche a nome loro

Un raggio di sole che riscalda il cuore e che ha dato aiuto e

speranza a tanti: questo è il “poco” che avete fatto!

Grazie, grazie, grazie!

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI