Coronavirus, siglato l’accordo per la sicurezza nei luoghi di lavoro. CNA: “La salute prima di tutto”

CNA ha sottoscritto sabato 14 marzo, insieme con le altre organizzazioni imprenditoriali, il “protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”. Il documento conferma l’impegno per la tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori e degli imprenditori che continuano a svolgere la propria attività, con l’obiettivo di consentire una lotta ordinata alla diffusione del virus e la prosecuzione delle attività produttive e dei servizi essenziali.

La CNA di Viterbo e Civitavecchia è al lavoro per informare gli operatori economici sui contenuti del documento. Le parti firmatarie hanno operato con la responsabilità richiesta da un momento tanto impegnativo per l’intera collettività, nella convinzione che il rispetto delle prescrizioni comunemente individuate, che naturalmente richiederanno ulteriori precisazioni applicative, possa consentire la continuità delle attività produttive e dei servizi essenziali, nel rispetto delle misure che l’Italia ha adottato per ridurre i rischi di diffusione del contagio”, afferma CNA.

“Gli artigiani e i piccoli e medi imprenditori stanno già attuando, con grande senso di responsabilità e con rigore, tutte le disposizioni sinora emanate, per tutelare la sicurezza dei dipendenti e di tutti coloro che entrano in contatto con le imprese. Siamo sicuri che sarà garantito il massimo impegno per l’adozione dei comportamenti indicati nel protocollo”, dichiara Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia.

“Il testo del protocollo è online sul nostro sito www.cnaviterbocivitavecchia.it. Siamo naturalmente a disposizione, anche in queste ore, per fornire tutti i chiarimenti necessari”, sottolinea Melaragni.

Le misure indicate nel protocollo, in tredici punti, riguardano l’informazione ai lavoratori e a chiunque entri in azienda; le modalità di ingresso in azienda; le modalità di accesso dei fornitori esterni; la pulizia e la sanificazione in azienda; le precauzioni igieniche personali; i dispositivi di protezione individuale; la gestione degli spazi comuni (per esempio: mensa, spogliatoi, distributori di bevande e/o snack, aree per fumatori); l’organizzazione aziendale (turnazione, trasferte, smartworking, rimodulazione dei livelli produttivi); la gestione dell’entrata e dell’uscita dei dipendenti; spostamenti interni, riunioni, eventi interni e formazione; la gestione di una persona sintomatica in azienda; la sorveglianza sanitaria, il medico competente e il rapporto con il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza; l’aggiornamento del protocollo di regolamentazione.

Info CNA: numero verde 800-437744, WhatsApp 3907612291, coronavirus@cnavt-civ.it.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI