Coronavirus, nella Tuscia altri tre nuovi casi. In tutto sono quindici

Alle ore 12 dell’11 marzo, sono due i nuovi casi accertati di positività al COVID-19 e comunicati dal Policlinico Gemelli alla Asl di Viterbo.

Di queste due persone, una è un’operatrice sanitaria dell’ospedale di Belcolle, già da giorni in regime di isolamento domiciliare fiduciario, in condizioni cliniche buone e con un link epidemiologico con i precedenti casi comunicati nei giorni scorsi. L’altra è un paziente ricoverato a Belcolle in terapia intensiva COVID-19, il cui link epidemiologico non è ancora stato accertato.

A questi due casi se ne deve aggiungere un terzo, attualmente domiciliato nella provincia di Viterbo, comunicato alla Asl di Viterbo dall’ospedale San Paolo di Civitavecchia che, nei giorni scorsi lo aveva preso in carico.

In totale i casi accertati al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia salgono, quindi, a 15.

In base alle indagini epidemiologiche effettuate dal Team operativo Coronavirus (Toc), i contatti stretti sono stati invitati ad osservare un regime di isolamento domiciliare fiduciario, come previsto dai protocolli vigenti.

Il Toc è composto da due equipe operative contemporaneamente ed è il servizio messo in campo dall’unità di crisi attiva presso la Asl di Viterbo, da oltre due mesi. Il Toc è composto da un team multiprofessionale al cui interno figurano, tra gli altri: medici igienisti, infettivologi, psicologi, infermieri e professionisti del dipartimento di prevenzione.

Le linee di attività del Toc sono molteplici: dall’individuazione dei link epidemiologici dei casi accertati all’attivazione e al monitoraggio delle persone in isolamento domiciliare fiduciario. E, ancora, dall’esecuzione dei tamponi fino alla gestione delle situazioni meritevoli di presa in carico, segnalate dai medici di medicina generale e dagli amministratori comunali.

In queste ore, in particolare, tramite le linee telefoniche dedicate e gli indirizzi di posta elettronica attivati, il Toc è in piena operatività.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI