Confesercenti: “Fondo per la filiera della ristorazione”prorogato al 15 dicembre

Più tempo per richiedere il cosiddetto Bonus Filiera. Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha annunciato la proroga al 15 dicembre dei termini di scadenza per la presentazione delle domande di accesso al “Fondo per la filiera della ristorazione”, Il Fondo Ristorazione, grazie a una dotazione di 600 milioni di euro, garantisce in modo semplice e immediato un sostegno al mondo dell’ho.re.ca. e alla filiera agroalimentare, contrastando anche lo spreco. Il Fondo consente di richiedere contributi a fondo perduto da un minimo di mille fino a un massimo di diecimila euro per l’acquisto di prodotti 100% Made in Italy. La misura si rivolge a ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo.
Le domande possono essere presentate di persona presso gli Uffici postali, oppure online collegandosi al sito www.portaleristorazione.it, attivo a partire dal 15 novembre. Le domande possono essere presentate attraverso il Portale della ristorazione o presso gli sportelli degli uffici postali fino al 15 dicembre 2020 (rispettivamente entro le ore 23.59 per la domanda online e entro gli orari di chiusura del giorno stesso degli uffici postali), come aveva richiesto Fiepet Confesercenti.
“Accogliamo con soddisfazione la proroga da parte del Mipaaf, come da noi richiesta, del termine di scadenza per la presentazione delle domande, inizialmente fissato per il 28 novembre e posticipato fino al 15 dicembre 2020, per consentire alle imprese di avere più tempo a disposizione per accedere al bonus filiera” dichiara Giancarlo Banchieri, presidente di Fiepet Confesercenti, sul bonus filiera ‘Made in Italy’, il contributo a fondo perduto da spendere per prodotti di filiere agricole ed alimentari del territorio riservata ai ristoratori che abbiano registrato, da marzo a giugno 2020, un fatturato medio inferiore di almeno il 25% rispetto a quello dello stesso periodo del 2019.
“Il posticipo della scadenza – dice Banchieri – è un risultato importante a sostegno delle imprese: l’impostazione dell’istruttoria per accedere alla misura è lunga e complessa e sta mettendo in difficoltà le attività, il termine inizialmente fissato per la presentazione delle domande avrebbe tagliato fuori molte imprese che non avrebbero potuto accedere al contributo”.
Soddisfazione esprime anche Vincenzo Peparello, presidente della Confesercenti di Viterbo e membro della presidenza nazionale. “La proroga – aggiunge – era necessaria poiché la vicina scadenza del 28 novembre rischiava di escludere, a livello nazionale, molte imprese per via della complessità delle pratiche da inoltrare per la richiesta del Bonus. La scadenza del 15 dicembre – dice ancora Peparello – offre anche a circa duemila imprese del Viterbese di poter usufruire del Bonus e di aumentare così la possibilità di ottenere un sostegno che consenta di attutire, quantomento, le pesanti perdite causate dalla crisi per il Covid e allo stesso tempo incrementare il mercato del Made in Italy”
Per informazioni: Confesercenti Viterbo – Viale Bruno Buozzi, 113Telefono: 0761 187831
email: info@confesercentiviterbo.it
Confesercenti – Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI