Comune di Blera convenzione con Cai di Viterbo per la rete sentieristica

Anche il comune di Blera ha stipulato la convenzione con la sezione Cai di Viterbo per la realizzazione, la gestione ed il monitoraggio della rete sentieristica e della viabilità minore nel territorio comunale.

In virtù di detta convenzione il Cai di Viterbo opererà quale referente privilegiato per l’esecuzione di un programma concordato di progettazione della rete sentieristica, di segnatura sul terreno secondo le indicazioni e prescrizioni definite dal Cai, di manutenzione ordinaria, di realizzazione di elaborati cartografici e di redazione del piano regolatore della sentieristica.

Il progetto concordato tra il sindaco Elena Tolomei e il presidente del Cai di Viterbo Stefania Di Blasi, prevede di collegare Blera con i paesi limitrofi e quindi con la vasta rete dei sentieri Cai della provincia di Viterbo.

Al progetto parteciperà attivamente l’associazione sentieri per Blera che metterà a disposizione il proprio patrimonio di conoscenza, valorizzazione e fruizione dei beni culturali e ambientali della zona. Un altro passo importante nella valorizzazione della rete sentieristica della provincia di Viterbo e nella promozione turistica del territorio.

Il territorio comunale di Blera è particolarmente ricco di aree archeologiche ed i primi sentieri che verranno realizzati permetteranno di raggiungerle a piedi o in mountain bike. Tra i primi sentieri che verranno realizzati ci sarà il proseguimento del sentiero 105 in direzione Grotta Porcina e Norchia ripercorrendo idealmente l’antica via Clodia che nei progetti futuri diventerà uno dei sentieri a lunga percorrenza della provincia. È in programma anche il proseguimento del sentiero 103 da Civitella Cesi fino alla zona archeologica di Luni sul Mignone passando per San Giovenale.

Stefania Di Blasi
Presidente del Cai di Viterbo

Elena Tolomei
Sindaco del comune di Blera

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI