Civitonica: Laura Scanu presenta Il dolore del tiglio

“Ogni sole tramonta per preparare una nuova alba”. Questo è il toccante sottotitolo del romanzo di Laura Scanu, Il dolore del tiglio, che sarà presentato sabato 5 novembre dalle 18 presso la Biblioteca Comunale di Civita Castellana per la manifestazione culturale Civitonica.

È il racconto profondo e doloroso della tragica storia di una donna. Lucilla è una donna che, come tante altre, subisce violenza domestica da parte del marito. Da parte della persona che invece dovrebbe amarla sopra ogni cosa.

Ciò che più emerge dal romanzo sono le continue domande che si pone l’autrice e che, in realtà, un po’ tutti si pongono oggi. È possibile che gli altri non si accorgano mai di quello che succede ad una donna che subisce violenza? È possibile che non abbia la forza o il coraggio di raccontarlo a qualcuno? Perché alcune donne decidono di non denunciare quello che soffrono all’interno dell’ambiente familiare che dovrebbe essere il più amorevole e sicuro possibile?

Laura Scanu è nata a Todi nel 1961, vive e insegna a Magliano Sabina. Inizia a scrivere dopo un corso con Vincenzo Cerami mettendo in pratica tutto il mondo di letture di una vita: sin da piccola il suo luogo preferito era la biblioteca. Scrive di donne e di tematiche sociali. Ha già pubblicato nel 2007 un altro breve romanzo con Editore Il Filo Laura e Cosimo che affronta il tema mafia e donne. Prima che cali il silenzio, Laura Capone Editore, è stato tradotto anche in lingua inglese dalla bravissima traduttrice Alessandra Baroni, per la stessa casa editrice con il titolo Before Silence Falls. Pubblica con Twins Editore il suo terzo breve romanzo Il dolore del tiglio.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI