Civita di Bagnoregio verso candidatura Unesco.Profili: “Strategico per l’intera Tuscia”

“Civita di Bagnoregio verso la candidatura Unesco: a quello che sembrava un sogno, condiviso sin dall’inizio con la Regione Lazio, si aggiungono nuovi elementi di concretezza. Negli ultimi anni abbiamo costruito un progetto importante, sostenuto in maniera convinta e forte dalla Regione, che ci è stata sempre vicina e ha dato sostanza a una prospettiva, quella del riconoscimento del Paesaggio Culturale della Valle dei Calanchi a Patrimonio dell’Umanità, che è strategica per l’intera Tuscia”.

Così il sindaco di Bagnoregio, Luca Profili, saluta l’approvazione, da parte della giunta regionale, dello schema di protocollo d’intesa tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Provincia di Viterbo, il Comune di Bagnoregio e la società partecipata Casa Civita.

“Si tratta di un passaggio centrale – continua Profili – che permetterà di costruire un coordinamento per la redazione, l’attuazione e il monitoraggio del piano di gestione del sito. L’occasione della candidatura diventa ancora più importante nel frangente storico che stiamo vivendo, perché sarà fondamentale per il rilancio del nostro attrattore turistico, che negli anni è riuscito a dare risposte economiche importanti sul territorio, e a rappresentare un punto di riferimento e una speranza per la crescita turistica del Viterbese”.

“Ringrazio la Regione – conclude Profili – per il sostegno, il rapporto di forte collaborazione e i passi importanti che continueremo a fare insieme. Oggi più di prima la sinergia è necessaria per superare le difficoltà e vincere la sfida del rilancio delle economie locali”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI