Anika Schmidts dalla Baviera racconta all’associazione SuperAbile di come il Covid-19 si stia combattendo

AUGSBURG (BAVIERA) – “Test a tappeto in tutta la Germania”. Anika Schmidts dalla città rinascimentale di Augusta in Baviera racconta all’associazione SuperAbile Viterbo come scorre la vita nel land tedesco ai tempi del Covid-19.

Conosciuta durante una tappa degli incontri presso il Liceo Santa Rosa da Viterbo, dove in qualità di docente , insieme alla sua scuola, era presente per uno scambio culturale, l’insegnante tedesca ha accettato volentieri  di raccontarsi  all’associazione SuperAbile.

Lo stiamo apprendendo dai media ma lei in prima persona ci conferma che

“La situazione in Germania comincia a farsi davvero seria – afferma Anika -. Come saprete la nostra nazione è composta da tanti land. All’inizio solo le autorità bavaresi hanno scelto misure di contenimento restrittive, mentre nelle altre regioni, seppur con qualche limitazione, la vita scorreva tranquilla. Negli ultimi giorni queste misure sono state estese a tutta la Germania. Misure molto più rigide ma senza lockdown. Si deve stare in casa ed uscire per lo stretto necessario. Nei supermercati occorre stare a distanza di sicurezza, si deve pagare con il bancomat, i cassieri sono dietro ad un vetro. Del resto il nostro paese ieri ha toccato quota 80mila contagi: è il quarto paese al mondo, dietro a Usa, Italia e Spagna. La Baviera, la regione in cui abito, ha il primato dei contagi, 20mila e dei morti 310. Il governo ha deciso di fare 500mila test a settimana con, a regime, 200mila al giorno in modo da individuare l’eventuale positivo e lasciarlo in quarantena insieme alla sua famiglia.

L’ultimo pensiero è per l’associazione SuperAbile. “ E’ stato un bell’incontro al Liceo Santa Rosa da Viterbo, quando sono rientrata in Germania, ne ho parlato anche in classe. E’ una bella realtà che fa della motivazione e del sacrificio il proprio credo, per essere pronta ad affrontare anche i  momenti bui della vita. Come quello che stiamo vivendo ”.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI