Anbi concorso fotografico Obiettivo Acqua,Andrea Colarieti 2° classificato con le cascate di Monte Gelato,

La crescita degli standard della qualità del cibo e dell’ambiente, la manutenzione del territorio e del paesaggio, la sempre più responsabile gestione delle risorse idriche, la prevenzione degli effetti dei mutamenti climatici. Sono le frontiere dell’impegno quotidiano di Anbi – Associazione nazionale dei consorzi di bonifica – che, a Roma, ha premiato i vincitori del concorso fotografico Obiettivo Acqua, organizzato in collaborazione con Coldiretti e Fondazione Univerde. Il secondo classificato della prima edizione della rassegna nazionale è del Lazio. È il romano Andrea Colarieti, giovane studente universitario. La sua foto Rive Fangose, che immortala la bellezza delle cascate di Monte Gelato, tra Roma e Viterbo, ha conquistato la seconda piazza. Alla cerimonia sono intervenuti, tra gli altri, anche il presidente e il direttore di Anbi Lazio, Luciana Selmi e Natalino Corbo, il commissario e il direttore del Consorzio di bonifica Tevere Agro Romano, Antonio Marrazzo e Andrea Renna. Sia Francesco Vincenzi, presidente di Anbi, che Ettore Prandini, presidente della Coldiretti, hanno sottolineato il ruolo strategico acquisito negli anni dai consorzi di bonifica. La loro multifunzionalità sta nella capacità di assicurare approvvigionamento idrico ad una agricoltura che, senza acqua, non avrebbe potuto garantire prodotti agroalimentari di qualità, sta nella funzione di presidio contro il dissesto idrogeologico del territorio, di cura e manutenzione del patrimonio ambientale, dei paesaggi e delle risorse naturalistiche. Sia Anbi che Coldiretti hanno auspicato la rapida e definitiva approvazione della legge per frenare il drammatico fenomeno del consumo di suolo che, ogni anno, sottrae ettari preziosi alla produzione agricola e alle attività economiche connesse, come il turismo.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI