All’Unitus gli studenti pensano a ripulire gli spazi

“Chinarsi per raccogliere un rifiuto ti rende migliore: fa bene al fisico, alla mente, allo spirito e all’ambiente’’, è lo slogan che si è inventato il direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Unitus Nicola Lacetera per sensibilizzare tutti sul tema della pulizia dell’ambiente di lavoro.
La campagna di sensibilizzazione dal titolo #2minuteagrariacleanup, circola sui social network da qualche mese e viene condivisa dai ragazzi che, a quanto pare, hanno accolto a braccia aperte la missione. Perché Lacetera dà per primo il buon esempio e il più delle volte, si sa, contano i fatti, non le parole.
“Sono da sempre attento alla bellezza del posto di lavoro – ha spiegato Lacetera – e credo che la pulizia sia un valore da garantire”. Lui la vede così: “Se ognuno di noi fa il suo per mantenere decoroso l’ambiente, i nostri sforzi, insieme a quelli del personale addetto alla pulizie, possono fare la differenza”. Lacetera ne è fermamente convinto, per questo, già da prima di diventare direttore, attaccava volantini in bacheca per diffondere certe buone pratiche.
Ma prima, quando i social network non esistevano, le cose erano un po’ più difficili e certi messaggi raggiungevano meno persone in tempi più lunghi. “Ora è un’altra cosa”, ha confermato. “Ma – ci tiene a sottolineare Lacetera – il messaggio non è indirizzato soltanto agli studenti ma anche ai docenti e al personale tecnico-amministrativo, ecco perché mi sono rivolto ai ‘cittadini’ del polo di agraria. Perché non è l’età anagrafica a rendere virtuosa una persona…”.
Un’iniziativa senza dubbio degna di nota che, perché no, potrebbe prendere piede anche in tutti gli altri dipartimenti dell’Ateneo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI