Alessandro Michele porta Cruise 2020 di Gucci ai Musei Capitolini

La maison fiorentina presenta, negli incantevoli ambienti del complesso museale romano, la nuova collezione ideata dal Direttore Creativo Alessandro Michele. Per una sfilata all’insegna della libertà di espressione e del femminismo la mostra di Gucci ai Musei Capitolini rappresenta inoltre un’importante collaborazione tra la maison e l’istituzione romana. Nel corso dei prossimi due anni, Gucci contribuirà al progetto di recupero della Rupe Tarpea, la parete rocciosa posta sul lato meridionale del Campidoglio, dalla quale – secondo la tradizione – fino al I secolo d.C. venivano gettati nel sottostante Foro Romano i traditori della Patria condannati a morte, che in questo modo venivano simbolicamente espulsi dall’Urbe. Un impegno, questo, che Gucci si assume per promuovere e valorizzare uno dei complessi museali più antichi al mondo: risale infatti al 1471, a opera di papa Sisto IV, la nascita della prima raccolta pubblica di opere antiche, che comprende i celebri bronzi raffiguranti la Lupa Capitolina, lo Spinario, il Camillo e anche i frammenti del colosso di Costantino. Alessandro Michelequarantaseienne romano di nascita con una casa a Civita di Bagnoregio il suo buon ritiro.Entrambe le scelte la dicono lunga sul direttore creativo di Gucci che non ha mai nascosto il suo amore per archeologia e storia. “La moda non è solo vestiti per me è un atto di libertà. Chi fa il mio lavoro ha delle antenne e bisogna poter dire delle cose, lanciare messaggi”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI