Agricoltura Sociale: fino al 29 novembre si può votare on line il progetto”IOB”

C’è tempo fino a martedì 29 novembre 2016 per sostenere, attraverso una votazione online, “IOB (Integrazione Occupazione Benessere) diversamente BIO”, progetto di agricoltura sociale per promuovere l’inclusione di ragazzi in situazione di disabilità del territorio della provincia di Viterbo. Il progetto è stato presentato da un partenariato locale formato dalle cooperative sociali Alice e Fattorie Solidali, dalla Fondazione Oltre Noi onlus e dall’azienda agricola Lo Scarpone di Ischia di Castro, con il sostegno dell’Unità Semplice Dipartimentale del Disabile Adulto della Asl di Viterbo, per il bando nazionale “Coltiviamo Agricoltura Sociale” promosso da Confagricoltura.
Inclusione sociale, formazione al lavoro agricolo ma anche e soprattutto organizzazione di gruppi di acquisto solidali nel territorio della Tuscia per favorire l’acquisto di prodotti agricoli biologici freschi e trasformati di alta qualità a km zero e ad alto valore sociale aggiunto: questi sono gli obiettivi del progetto “IOB”, ma per fare in modo che abbia chance di essere finanziato, è necessario sostenerlo attraverso una votazione online che scade il 29 novembre a cui possono partecipare tutti, tramite il sito www.coltiviamoagricolturasociale.it.
La procedura è semplice e gratuita. Va effettuata l’iscrizione inserendo username, indirizzo e-mail, password, nome e cognome e accettando termini e condizioni. Quindi si riceverà sul proprio indirizzo una e-mail di conferma, contenente un link da aprire che rimanda alla pagina del sito. Dopodiché si deve effettuare nuovamente il login inserendo username e password e a questo punto la procedura di registrazione è completa. Cliccare su “Progetti in gara”, alla lettera “I” cliccare su “IOB – Diversamente BIO” e infine votare.
Solo i 30 progetti più votati (su 100 partecipanti) passeranno alla seconda fase di valutazione.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI