A Viterbo quindici colonnine di ricarica veicoli elettrici per fare il pieno d’energia

Venerdi 25 maggio nella  sala del consiglio a palazzo dei Priori è avvenuta  la presentazione del progetto che punta ad abbattere i fattori d’inquinamento, alla presenza di  Roberto Papi dell’associazione E-mob, dell’assessore Alvaro Ricci del vice sindaco Luisa Ciambella e di Chiara Bronco di Enel X.15 nuove stazioni di ricarica rapida sono in arrivo entro l’estate.

“Quindici – dichiara  l’assessore  Ricci – per evitare di fare la fila nell’unica oggi esistente”. Le postazioni saranno stabilite a breve. Con le colonnine, si prepara il terreno a uno sviluppo dei mezzi elettrici. Anche a Viterbo. “Ci dobbiamo allineare agli altri paesi europei – spiega Chiara Bronco di Enel X, società del gruppo – oggi il numero di mezzi è ancora basso, ma una delle criticità, oltre al costo delle vetture, è rappresentato dalle poche infrastrutture. Come Enel, l’impegno è togliere almeno una delle criticità”.

Quelle previste, potenza 22 chilowatt, consentiranno la ricarica per qualsiasi modello presente sul mercato, in un’ora. “Persino la Tesla che ha un’infrastruttura di ricarica dedicata”. Con nuovi modelli, basteranno meno di venti minuti per fare il pieno d’energia.

La mobilità elettrica è priorità a livello europeo per il miglioramento sensibile della qualità di vita e la salvaguardia della salute dei cittadini hanno ribadito all’unisono  tutti i presenti.

Già oggi, chi ha un’auto elettrica può parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu, per favorire arrivo e permanenza dei visitatori. Per i viterbesi, è sufficiente un attestato rilasciato dalla Francigena, mentre per chi viene da fuori è sufficiente l’attestato rilasciato dal proprio comune”. Viterbo in linea con i programmi dell’amministrazione comunale  va verso il modello di città smart e intelligente e che punta ad abbattere fattori d’inquinamento.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI