1°Memorial Avv.Franco Fiorani allo Stadio Rocchi a Viterbo

L’Associazione Pianeta Giustizia Viterbo ( www.pianetagiustizia.altervista.org), da sempre proponente momenti di aggregazione tra gli avvocati e gli operatori di giustizia del Tribunale di Viterbo, ha voluto organizzare il primo Memorial avv. Franco Fiorani per onorarlo e ricordarlo alla città di Viterbo .

E’ per noi che abbiamo avuto il privilegio di conoscerlo ed apprezzarlo come uomo e collega, un dovere morale prima di tutto verso un amico, prematuramente scomparso un anno fa in un terribile incidente sportivo.

Franco ci ha fatto dono del valore profondo dell’amicizia e della generosità, manifestata verso chiunque si trovasse in posizione di debolezza, dell’ intelligenza e allo stesso tempo del coraggio e fermezza con cui ha interpretato la professione rendendola ancora più nobile, senza mai barattare quei valori etici e morali che una sana educazione gli aveva trasmesso, divenendo un modello di vita anche per i più giovani, con i quali condivideva anche il suo tempo libero nel segno del rispetto e di un’ affinità culturale ed umana che sapeva alimentare .

Questo primo Memorial avv.Franco Fiorani si svolgerà con una formula semplice e genuina ma di grande rappresentanza e valore, interpretata da avvocati, magistrati ed operatori di giustizia che per l’occasione indosseranno le scarpe di calcio cimentandosi in un incontro vero con quello stile un po’ guascone che Franco ha saputo bene interpretare.

L’associazione Pianeta Giustizia, di cui l’avvocato Franco Fiorani è stato promotore e fondatore, nell’augurarsi che questa spettabile testata possa essere a fianco dell’ iniziativa promuovendola tra i suoi lettori, doverosamente ringrazia la famiglia Camilli che ha reso disponibile con grande generosità l’utilizzo dello stadio Rocchi ; il presidente AIA Viterbo Luigi Gasbarri per aver fornito una guida sicura all’incontro calcistico con una qualificata terna arbitrale; l’Associazione Misericordia di Viterbo per il suo presidio medico durante la gara .

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI