Wesak: a Civita Castellana si celebra pace, amore e unità

Un pomeriggio per riflettere sulla pace, la cooperazione, l’integrazione e la riconciliazione. Civita Castellana si prepara ad accogliere il primo Wesak, una festività orientale di antica origine buddista. A promuoverlo è il Centro Yoga Le Nuvole in via Don Minzoni 34 a Civita Castellana domenica 3 maggio alle 18.

Il Wesak è un’antichissima celebrazione dai contenuti universali come pace, amore e unità, conosciuta e organizzata in tutto il mondo in occasione del primo plenilunio nel segno del Toro. Il Wesak ha lo scopo di stimolare, realizzare e diffondere la coscienza dell’unità, del rispetto della diversità, attraverso l’incontro tra culture e diversi modi di vivere la spiritualità. Al contrario di altre feste che vengono celebrate solo dai fedeli di questa o quella religione, di questo o quel credo, il Wesak è un evento che appartiene a tutto il genere umano.

Il rito si ispira al Vesak buddhista, una festa sacra durante la quale si celebra la nascita, l’illuminazione e il distacco dal corpo come essere liberato del Buddha, che avviene ogni plenilunio di maggio La leggenda antica narra infatti che Siddharta Gautama, il Buddha, sia morto nell’anno 483 a.C. nel mese di Wesak, maggio, nella notte di luna piena. Quando stava per raggiungere il Nirvana, si guardò indietro e vide un’umanità sofferente, addolorata, oppressa dall’ignoranza. Preso da profonda compassione per il genere umano, promise che non sarebbe entrato nel Nirvana fino a quando l’ultimo degli esseri umani non sarebbe stato libero. Ecco dunque le origini del Wesak, una festa che ancora oggi viene celebrata nell’Himalaya, nella valle del Wesak, alle pendici del monte Kailash, uno dei luoghi più sacri e magnetici della terra, dove ogni anno migliaia di persone giungono da India, Tibet e Nepal.

È gradita la prenotazione. Se è possibile indossare vestiti bianchi. Per info 3887590052

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI