A Vulci passeggiando a cavallo tra archeologia e natura

È iniziata domenica 26 marzo la prima di una serie di iniziative equestri nell’area naturalistica e archeologica del Parco di Vulci. Grazie ad un partnership tra la Fondazione Vulci e l’associazione La Bardella, nella giornata di ieri un gruppo di cavalcanti ha preso parte alla “Passeggiata a cavallo” tra i bellissimi paesaggi del Parco di Vulci. Presente all’iniziativa anche la delegata al turismo del Comune di Montalto di Castro, Silvia Nardi. Una cinquantina tra butteri e appassionati del mondo equestre si sono dati appuntamento nei pressi del maestoso castello dell’Abbadia, che ospita il museo nazionale etrusco, per iniziare a percorrere il sentiero insieme alla guida equestre della Fondazione Vulci. Il corteo ha attraversato l’antico ponte etrusco-romano per poi raggiungere una delle perle del luogo: la Cuccumella, il più grande tumulo di tutta l’Etruria con il suo diametro di circa 65 metri ed un’altezza intorno ai 18 metri. Un’altra affascinante tappa ha interessato la necropoli orientale, a pochi passi dalla imponente tomba François, dove uomini e cavalli hanno attraversato il fiume Fiora. Il sentiero ha poi portato il gruppo al laghetto del Pelicone, location che ospita importanti produzioni cinematografiche. La giornata si è poi conclusa presso il ristoro con i piatti tipici locali che caratterizzano questa parte dell’Etruria meridionale.

La Fondazione Vulci e l’associazione La Bardella organizzano anche passeggiate a cavallo e cene a tema sotto le stelle. Per info e prenotazioni è possibile contattare il numero 0766870179, oppure il numero 3289130837. info@vulci.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI