Volley U18F, prima vittoria per la Ceramica Scarabeo Civita Castellana

U18F Scarabeo Civita Castellana

Un 3-0 secco nel match d’esordio. Così è partita la stagione dell’U18 femminile Ceramica Scarabeo Civita Castellana. Le giovani rossoblù guidate dal tecnico Davide Manca, tra le mura del Palasport Pino Smargiassi di Civita Castellana, stupiscono già nel primo match di campionato schiacciando la formazione rivale Volley Tarquinia.

Un match completamente dominato dalla Ceramica Scarabeo Civita Castellana, giocato concretamente e senza sbavature, contro una formazione che non è mai riuscita a mettere in difficoltà le rossoblù (25-12  25-12 25-11). Fin dall’inizio battute efficaci, grinta e concentrazione hanno fatto si che le padrone di casa prendessero subito il largo dimostrando personalità e carattere. A nulla è valso il tentativo delle avversarie di arginare la pressione delle rossoblù che con tenacia hanno retto le redini del gioco e, punto dopo punto, hanno centrato l’obiettivo finale.

Soddisfatto coach Davide Manca: “Sono molto soddisfatto di come le ragazze hanno interpretato la gara e per la lucidità e la concentrazione che hanno dimostrato sul campo. Era importante iniziare bene questo lungo e difficile campionato dopo oltre due mesi di duri allenamenti. Spero sia l’inizio di un lungo percorso di crescita che porterà a tantissime altre soddisfazioni”. Soddisfazione anche nelle parole della dirigente Valentina Savioli: “Sono particolarmente contenta per il risultato raggiunto dalle ragazze. Hanno tirato fuori il massimo lottando con grinta e determinazione e mostrando le qualità della Junior Volley Civita Castellana”.

Questo il sestetto titolare dell’U18 femminile Ceramica Scarabeo Civita Castellana: le schiacciatrici Sara Francola (Capitano) e Nicoletta De Masi, le centrali Jessica Ene e Giulia Mascarucci, l’opposto Michela Celesti, l’alzatrice Beatrice Salza, i liberi Alessia Martani e Valentina Rosella. Sono entrate in campo durante il match contro Tarquinia anche Giorgia Bobboni, Flavia Morelli, Giulia Sanna e Francesca Rossi.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI