Vitorchiano: Passeggiata/racconto e omaggio a L’armata Brancaleone

C’ERA UNA VOLTA…I MONTI CIMINI Viaggiatori dell’immaginario a Vitorchiano è il tema della
passeggiata/racconto per strade vicoli piazze del centro storico con un omaggio al film L’armata Brancaleone
per il suo 50° anniversario. Sabato 14 maggio 2016, ore 17.30 Vitorchiano – Piazza Santissima Trinità (appena dentro porta Romana).
Letture a cura di Sofia Barbanti, Simonetta Celli, Laura Della Mora e Sara Forliti della Banda del Racconto
Conducono Alessandro Vagnoni e Antonello Ricci con la partecipazione di Pietro Benedetti
Sarà allestito un banco con i libri del ricco catalogo di Davide Ghaleb Editore
L’iniziativa ricade nell’ambito di 2016 Anno del cinema Viterbo città di mare – Tuscia terra di Orson Welles, Pasolini, Fellini.
Davide Ghaleb Editore e la Banda del Racconto tornano in scena a Vitorchiano, nell’ambito di LibrinViaggio, progetto promosso dal Comune per favorire l’educazione ambientale e le relazioni sociali attraverso la lettura.
Partendo da piazza Santissima Trinità , Antonello Ricci e Alessandro Vagnoni, accompagnati da Pietro Benedetti nonché dagli apprendisti artigiani del racconto Sofia Barbanti, Simonetta Celli, Laura Della Mora e Sara Forliti presenteranno: C’era una volta… i Monti Cimini, viaggiatori dell’immaginario a Vitorchiano.
Una narrazione itinerante per ambienti storici, vie, vicoli e piazze del pittoresco borgo. Protagonista il libro pubblicato nel 2015 da Davide Ghaleb Editore, frutto di un progetto inteso a valorizzare i paesaggi dell’area Cimina attraverso la rilettura e la rielaborazione di testi di grandi nomi della letteratura, della storia dell’arte e del cinema che lasciarono una traccia del loro passaggio nella nostra terra.
In particolare, per il cinquantesimo anniversario dall’uscita nelle sale italiane, sarà omaggiata la pellicola L’Armata Brancaleone di Monicelli. Il regista valorizzò numerosi luoghi della Tuscia per ambientare il suo capolavoro, fra cui proprio il borgo medievale di Vitorchiano, scelto come scenografia per l’ennesima disavventura dei sei picari bifolchi: la città della peste. Oltre alla performance di brani scelti ad hoc dai dialoghi brancaleoneschi, fra gli incantevoli scorci del centro storico saranno letti e interpretati altri testi tratti dal volume: da Pasolini a Pirandello, da Escher a Corrado Alvaro.
Una tappa speciale sarà dedicata all’archivio storico, dove Plinio Vagnozzi illustrerà brevemente alcuni preziosi documenti storici sul fidelato secolare che secolarmente lega il Comune di Vitorchiano a Roma.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI