Vitersport Libertas all’ultima gara Campionato Italiano di Handbike

Domenica 6 novembre, organizzato dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico) Lazio in collaborazione con ANMIL SPORT e A.S.D. VITERSPORT nell’ambito degli eventi per i festeggiamenti dei suoi quaranta anni di attività nello sport paralimpico , si è disputata nella location di Marina di Montalto di Castro l’ ultima gara del Campionato Italiano di Handbike, valevole anche come Campionato Regionale del Lazio , che ha visto ai nastri di partenza circa 50 iscritti provenienti da tutto il territorio nazionale. Sei gli atleti della Vitersport Libertas presenti nelle varie categorie, su un percorso cittadino di 3,7 km da ripetersi per il tempo complessivo di un’ ora più’ un giro.
Molto soddisfacente il risultato conseguito dalla A.S.D. VITERSPORT LIBERTAS: Fatmir Kruezi , terzo assoluto in classifica generale, si è piazzato al primo posto nella categoria MH4, conquistando anche il titolo di campione Regionale 2016, mentre Mirko De Kortes si è classificato al secondo posto nella categoria MH5. Positive le prestazioni di Luca Buraccioni e di Giuseppe Murolo ed il debutto in una gara ufficiale di Alessandro Pepponi.
Alla manifestazione, che si è conclusa con la premiazione degli atleti presso il complesso monumentale di San Sisto, a Montalto di Castro, hanno partecipato oltre ai rappresentanti delle istituzioni locali, l’On Alessandra Terrosi, il presidente del CIP LAZIO Pasquale Barone; il delegato provinciale del CIP VITERBO Carlo Aronne; per la federazione Ciclistica Italiana il Presidente della Federciclismo Lazio Antonio Mauro Pirone e il Presidente della FCI Nazionale Renato di Rocco: un bel riconoscimento per questo sport paralimpico in crescita anche nella nostra Regione.
La Vitersport Libertas, nell’ambito dei festeggiamenti per i suoi quaranta anni di attività , ha messo in palio il “Trofeo del quarantennale” offrendo ai primi classificati di ciascuna categoria deliziose fiasche realizzate artigianalmente dal Laboratorio di ceramica viterbese “Artistica”, un oggetto splendido per la sua singolare esecuzione e per la simbologia rappresentata.
Un grazie particolare va al Presidente della UISP Viterbo Massimo Maietto che, con la sua esperienza e disponibilità infaticabile, ha reso possibile la manifestazione.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI