ViterboScienza fa l’en plein

viterbo scienza

Diciotto istituti scolasti partecipanti, per un totale di oltre 600 studenti presenti. Sono questi gli importanti numeri di “ViterboScienza“, manifestazione organizzata per il secondo anno consecutivo dalla associazione Viterbo con Amore. Ragazzi iscritti dalle scuole primarie alle superiori hanno affollato i laboratori allestiti dai ricercatori della Fondazione “Golinelli” di Bologna, nella ex chiesa degli Almadiani.

Intere classi si sono prenotate al di fuori dell’orario scolastico e, accompagnate dai loro insegnanti, hanno potuto avvicinarsi alle scienze sperimentali con attrezzature e modalità adeguate. Opportunità che non sempre viene date. I giovani ricercatori, tutor dei laboratori, con professionalità, rigore scientifico e disponibilità, hanno guidato tutti coloro che si sono seduti alle postazioni per provare gli esperimenti proposti sul Dna, sull’alga spirulina e sul lattosio.
Il clou dell’evento, il convegno “Io mangio, tu mangi … loro mangiano?” svoltosi nella Sala Regia del Comune di Viterbo e che, collegandosi idealmente al tema dell’Expo 2015, ha affrontato i temi dell’alimentazione.
Tanti i relatori che si sono avvicendati e che hanno affrontato il tema da vari punti di vista. L’Assessore alla Cultura Delli Iaconi ha espresso il suo consenso per l’evento e per l’operato dell’associazione Viterbo con Amore per il territorio e per la cultura.
Il consigliere regionale Riccardo Valentini, aprendo i lavori, come scienziato ha promosso questo modo di avvicinare studenti e cittadini alle scienze, impegnandosi a sostenere l’iniziativa anche nei prossimi anni.
“Sono estremamente soddisfatto per la partecipazione – ha precisato il presidente di Viterbo con amore, Domenico Arruzzolo – e l’affluenza di studenti, insegnanti e cittadini giunti anche da paesi della provincia (Bagnoregio, Orte, Vetralla) è stata la dimostrazione di riconoscimento all’evento di un valore culturale, sociale e filantropico. Il successo che ci porta a pensare di inserire ViterboScienza nel piano annuale della nostra associazione. Val la pena sottolineare inoltre, la fattiva collaborazione dei giovani del Leo Club che, hanno testimoniato con il loro attivismo l’impegno nel mondo del volontariato”.

ll convegno dedicato al professor Francesco Luiso – ne ha visto presenti i famigliari- che hanno espressoil proprio apprezzamento.
“Un caloroso ringraziamento – ha proseguito Arruzzolo – a tutti coloro che hanno reso possibile che lo hanno sostenuto. Il 12 aprile Viterbo con Amore invita al prossimo appuntamento: il 6° Memorial di pesca dedicato a Giorgio Rossetti, in cui il divertimento si unisce alla solidarietà con il preciso intento di raccogliere fondi per il raggiungimento dei tre obiettivi della campagna di solidarietà 2015.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI