Viterbo con Amore giornata di chiusura. Vince la Solidarietà

Si è svolta nella suggestiva Aula Magna dell’Università della Tuscia di Viterbo, la giornata conclusiva della campagna di solidarietà “Viterbo con Amore”, alla presenza di numerosi rappresentanti dell’associazionismo e del volontariato viterbese. L’Associazione “Viterbo con Amore” ONLUS, nata nel 2001 con lo scopo di sensibilizzare la comunità sui valori della pace e della solidarietà e sostenere l’associazionismo operante sul territorio, nel corso degli anni ha realizzato oltre 100 progetti a favore di varie Associazioni di Volontariato, anche di carattereinternazionale, grazie principalmente alla raccolta di fondi attraverso la Lotteria della Solidarietà, organizzata e promossa ogni anno e ad altre manifestazioni quali concerti, convegni scientifici, eventi di piazza. Il presidente Domenico Arruzzolo e il segretario Paolo Moricoli hanno condotto l’happening, durante il quale sono stati consegnati i fondi raccolti nel corso della stagione 2014-15, a sostegno della “Casa dei diritti sociali della Tuscia”, del Comitato promotore per la Fondazione “Oltre Noi” e dell’associazione “Hansenian and Ethiopian Welfare Organization – HEWO” di Bagnoregio (VT). “Un momento importante, perché rappresenta il conseguimento materiale degli obiettivi che ci siamo prefissati e, con la chiarezza e il rispetto che ci contraddistingue, vogliamo condividerlo con chi ci ha seguito e sostenuto”, ha esordito Arruzzolo. È intervenuto anche il dott. Antonio Bray, direttore sanitario della ASL locale, che ha illustrato l’innovativo modello viterbese di integrazione e collaborazione tra ASL e associazioni di volontariato, come ponte fra salute, cultura e volontà di fare del bene. Sono saliti sul palco, oltre ai rappresentanti delle associazioni che hanno beneficiato del sostegno, anche don Alberto Canuzzi del CEIS di Viterbo, al quale è stato donato un televisore, e alcuni membri della Croce Rossa Italiana che hanno ricevuto in dono un defibrillatore portatile da ambulanza. “Guardate il logo di Viterbo con Amore: c’è un cuore. Attraverso il cuore non passa solamente il sangue, ma passano le emozioni e l’amore. Noi lavoriamo con il cuore”, ha detto il rappresentante della Croce Rossa Piero Nucci, riferendosi alla propria associazione e per estensione a tutte le associazioni di volontariato viterbesi, che operano 360 giorni all’anno in molteplici settori della vita comune, spesso in condizioni difficili. (foto Donatella Agostini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI