Viterbo all’ITB di Berlino. L’assessore Barelli all’incontro promosso dall’Enit

Viterbo, capitale della Tuscia: la promozione e la valorizzazione integrata di un’area strategica e delle sue destinazioni turistiche emergenti. Questo il titolo dell’intervento proposto questa mattina dall’assessore al turismo Giacomo Barelli, all’interno dello spazio ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, nell’ambito della Fiera ITB di Berlino, evento internazionale per l’industria del turismo. L’intervento dell’assessore Barelli si è inserito nella conferenza dal titolo Lazio, borghi antiche per nuove emozioni, promosso dall’Enit in collaborazione con la Regione Lazio. L’assessore al turismo di Palazzo dei Priori ha parlato del turismo a 360 gradi, con particolare attenzione alle terme, alla festa e alla Macchina di Santa Rosa, al riconoscimento Unesco, al turismo archeologico e ai numerosi eventi che si svolgono in città: da San Pellegrino in Fiore a Caffeina, dal Tuscia Film Fest al Festival Barocco e a Medioera. Non è mancato un passaggio sugli etruschi e su Viterbo sede del distretto turistico dell’Etruria meridionale. “È stato un incontro molto partecipato – ha spiegato l’assessore Barelli -. Il pubblico è rimasto molto colpito dalla nostra cultura, dalle nostre tradizioni e dall’ampia offerta turistica della nostra città, possibile anche grazie alla posizione strategica dal punto di vista geografico, dalla presenza di molte risorse “naturali”, tra cui quelle enogastronomiche. Ma c’è una cosa che veramente ha stupito gran parte dei presenti: le nostre terme libere. Stupore ed entusiasmo per il nostro territorio, purtroppo ancora poco conosciuto. Devo dire che è stato mostrato particolare interesse anche verso le nostre tipicità agroalimentari, tra cui le nocciole usate per fare la famosa Nutella. Io credo sia necessario un ulteriore sforzo per la promozione del nostro territorio, anche e soprattutto al di fuori dell’Italia. La partecipazione a questi eventi fieristici sta dando un prezioso contributo. Per questo mi sento di ringraziare l’Enit e la Regione Lazio che ci hanno ospitato in questa occasione e in tante altre negli anni passati, e che ci ospiteranno ancora tra qualche giorno, all’interno dello stand ENIT alla fiera MIIT di Mosca”.

L’appuntamento, rivolto principalmente alla stampa e agli operatori turistici, e coordinato dal diretto esecutivo di ENIT Giovanni Bastianelli, ha visto l’intervento del direttore dell’Istituto italiano di cultura di Berlino Luigi Reitani e il rappresentante dell’ambasciata italiana a Berlino. Di Viterbo, insieme all’assessore Barelli, ha parlato Mauro Morucci, direttore di Italian Film Festival di Berlino e del Tuscia film Festival, che ha focalizzato la sua attenzione sulla Viterbo del cinema, evidenziando come tutte le immagini proiettate pochi istanti prima, riguardanti la Tuscia, ricordassero e richiamassero tutte scene di famosi film girati a Viterbo e diretti dai più noti registi, italiani e non.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI