Viterbese frenata sul finale, con la Lupa Castelli Romani è 1 a 1

VITERBESE

LUPA CASTELLI ROMANI (4-3-3) Tassi, Mazzei, Colantoni, Icardi, Petta, Baylon, Kosovan, Barone, Boldrini, Nohman, Siclari.
In panchina: Serpietri, Fantini, Di Nezza, Gordini, Traditi, Copponi, Chiesa, La Cava, De Gol.
ALLENATORE: Giorgio Galluzzo
VITERBESE CASTRENSE (4-4-2) Fadda; Perocchi, Scardala, Tuniz; Dalmazzi,Oggiano, Giannone, Nuvoli, Pero Nullo; Saraniti, Pippi
In panchina: Zonfrilli, Pingitore, Gimmelli, Varricchio, Pacciardi, Assenzio, Fanasca, Morini, Neglia
ALLENATORE: Fabrizio Ferazzoli
ARBITRO Simone Sozza di Seregno
Goal: Pippi, 28mo (Vt); La Cava 79mo (LCR)
La Classifica: Lupa Castelli Romani 53, Viterbese 49, San Cesareo 41, Ostia Mare 35, Aprilia 35, Fondi 33, Nuorese 32, Arzachena 31, Budoni 30, Sora 29*, Astrea 28, Olbia 27, Cynthia 26, Selargius 23, Isola Liri 19*, Palestrina 19** Terracina 15*, Anziolavinio 7.
*un punto di penalizzazione; **due punti di penalizzazione.

E’stata definita la partita dell’anno, la più attesa anche se di fatto mancano ancora 12 giornate che potrebbero ridisegnare la classifica. Le due squadre si presentano al gran completo, la Viterbese ripropone il modulo vincente quel 4-4-2 messo in pratica con l’Ostia Mare. Si gioca a porte chiuse, anche se una trentina di tifosi gialloblù arroccati su una collinetta a 100 mt dal campo riescono a farsi sentire. E’ Pippi che apre i giochi disegnando il primo goal per la Viterbese, su un lancio lungo di Perocchi verso Saraniti, che lascia al goleador brasiliano l’opportunità di andare in porta. E’ apoteosi, pur in uno stadio tristemente vuoto. La reazione dei padroni di casa non tarda ad arrivare: al 34mo Kosovan prova a scuotere la propria squadra con un tiro dal limite, deviato in corner da Fadda. Dagli sviluppi del calcio d’angolo la difesa gialloblù sventa il pericolo e riesce a proteggere il risultato fino al rientro negli spogliatoi. Alla ripresa del secondo tempo mister Galluzzo mescola le carte in campo e rileva dalla panchina Di Nezza e LaCava , rivoluzionando l’assetto di squadra in campo, con una maggiore trazione anteriore. Il ritmo di gioco della Lupa Castelli Romani accelera e cerca disperatamente il goal che arriva al 79° minuto grazie a un’ imperdonabile svista difensiva da parte della retroguardia gialloblu. La partita si protrae con occasioni sfumate da entrambe le parti e il triplice fischio finale decreta il pareggio di un incontro fortemente tirato, soprattutto nel secondo tempo. Il campionato resta apertissimo fino all’ultima giornata con la Viterbese che deve recuperare sempre 4 punti alla capolista

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI