Visita al Frantoio Cesare Battisti di Vetralla

Il nostro tour parte da qui: E.V.O Extra Virigin Olive Oil con la visita al Frantoio Cesare Battisti di Vetralla, da 97 anni sulla breccia, o meglio sugli olivi da frantoiani veraci.
La Tuscia, che con più di 13.000 ettari di oliveti si attesta prima nel Lazio. Due D.O.P “Canino” e “Tuscia” un olio extravergine che si sta affermando nel panorama nazionale e internazionale per tipicità e qualità. Areali diversi: dal mare, ai laghi per passare all’entroterra ne esaltano tipicità e caratteristiche organolettiche. Una molla irresistibile, per mettersi in viaggio alla scoperta di questo alimento che dagli Etruschi e giunto fino ai giorni nostri. Vetralla è la prima tappa del nostro itinerario che toccherà i principali luoghi di produzione. I frantoi della Tuscia, sono uno snodo importante tra produzione e commercializzazione. Parlare del Frantoio Cooperativo Cesare Battisti di Vetralla è un po’ raccontare la storia, dell’olivicoltura Vetrallese. “Con il rinnovo dei macchinari e un’attenta politica alla qualità- rileva il Direttore Giuseppe Iacomini, sono giunti anche i riconoscimenti, e per questo ci sentiamo orgogliosi dei risultati ottenuti. Il merito va soprattutto al Consiglio di Amministrazione, al Presidente Enrico Dolci i quali non hanno avuto incertezze sulle innovazioni da intraprendere. Le olive raccolte dai soci, in prevalenza cultivar “Caninese” sono lavorate in un moderno impianto a due fasi, a poche ore dalla raccolta, per mantenere intatti profumi e caratteristiche organolettiche dell’olivo. Più di ogni cosa, conta, per conoscere l’olio extravergine di oliva di qualità, la degustazione e con l’avvio della nuova campagna, siamo pronti con banchi di assaggio, per chi vorrà venirci a visitare”.Un invito indispensabile per conoscere e apprezzare un prodotto, che da millenni non smette di stupire i nostri sensi.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI