Vies en Rose, l’8 marzo a Palazzo dei Priori si parla di donne

Si chiama Vies en Rose l’evento in programma l’8 marzo nella sala Regia di Palazzo dei Priori a cura del Centro Studi Santa Rosa e della consigliera alle pari opportunità Daniela Bizzarri. L’iniziativa, che avrà inizio alle 16, ha il patrocinio del Santuario di Santa Rosa e della Soroptimist International. “L’incontro di domani – ha spiegato la consigliera Daniela Bizzarri – vuole essere un momento di riflessione e confronto sul mondo femminile nella storia, un evento da dedicare alle donne viterbesi di ieri e di oggi. Avremo una prima parte del pomeriggio dedicata alle Storie di donne nel medioevo, raccontate nel libro di Maria Teresa Brolis, introdotte e commentate da Maria Giuseppina Muzzarelli, docente dell’Università di Bologna. Nella seconda parte ci soffermeremo su nove storie in particolare – ha aggiunto la consigliera alle pari opportunità di Palazzo dei Priori -: storie di donne viterbesi. Si parlerà della bella Galiana, di Santa Rosa, della strega Margherita, dell’ebrea Matteuccia, della fondatrice Giacinta Marescotti, della “papessa” Olimpia Maidalchini, della padrona Maria Ciofi, e poi ancora della crocerossina Alba Bonucci e dell’imprenditrice Nadia Benedetti”. A ricordare le nove donne viterbesi contribuiranno Ippolita Checcoli, Francesca Pizzaia, Antonio Ciaralli, Filippo Sedda, Cinzia Pasqualetti, Luca Salvatelli, Eleonora Rava, Paola Spolverini e Serenella Papalini.
L’evento sarà aperto dai saluti del vice sindaco Luisa Ciambella e dell’assessore alla cultura Antonio Delli Iaconi. I lavori saranno aperti dalla stessa consigliera Bizzarri e coordinati dal presidente del Centro Studi Santa Rosa Attilio Bartoli Langeli.

L’addetto stampa

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI