Vetralla Musik Festival, birra e divertimento a suon di rock

picasso avenue

Divertimento, ottima birra e musica rock: un grande inizio per la seconda edizione del “Vetralla Musik Festival – Festa della Birra”, che si è aperta il 31 luglio nella cittadina della Tuscia. Un evento che già nelle prime ore della serata ha richiamato una nutrita folla di tutte le età, sotto gli alberi secolari della Villa Comunale. Gruppi di ragazzi, ma anche famiglie con bambini al seguito hanno affollato gli stand gastronomici e occupato i lunghi tavoli per gustare panini e hot dog, ma soprattutto per sorseggiare l’ottima birra bavarese servita dai ragazzi dello staff.

A seguire il concerto dei Picasso Avenue, la rock band viterbese,  già presente nella scorsa edizione, che ha ripercorso la storia del Rock dagli anni ’60 ad oggi. Con la grande voce di Alberto “Fish”, accompagnata dalla chitarra di Jacopo Palla, da Tony Piano alla batteria e da Stefano Capocecera al basso, i Picasso Avenue hanno suonato pezzi di Presley e dei Beatles fino agli AC/DC e agli U2.

Il “Vetralla Musik Festival” è organizzato annualmente dal MEET di Vetralla, un’associazione nata tra amici commercianti vetrallesi, uniti nel comune obiettivo di far rivivere la cittadina della Tuscia, attraverso una serie di iniziative che puntino a far arrivare visitatori e ripopolare vie e piazze del caratteristico centro storico. “Tre giorni di una festa pensata per le famiglie, e non esclusivamente per un target giovane come altre manifestazioni analoghe della provincia, con le quali quindi  Vetralla non si sente in competizione”, ha affermato Michele Vittori, assessore comunale con delega alla Cultura. Una manifestazione che fa parte di un nutrito cartellone estivo, che già ha  riscosso grande successo di pubblico in giugno con “Fiori alla finestra e cene in cantina”, e che prevederà tra l’altro eventi diversi  come le rappresentazioni teatrali di “Quartieri dell’Arte”, conferenze, un’esposizione canina. Un’offerta ad alto indice di gradimento,  in grado di andare incontro ai gusti eterogenei di un pubblico che ha scelto di rimanere e godersi la propria città.

Foto di Donatella Agostini

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI