VBAC convegno sul parto: le esperienze messe a confronto

Alla Sala convegni Terme dei Papi si è concluso nel tardo pomeriggio di sabato 7 maggio l’ attesissimo convegno VBAC, IL PARTO NATURALE DOPO CESAREO E IL PARTO RISPETTATO, organizzato dall’associazione Kyanos e fortemente voluto dalla presidente Marta Nori. Una giornata intensa: confronti pungenti, esperienze forti, medici e donne, insieme in un appassionate viaggio verso la consapevolezza.
In apertura l’ atmosfera già profondamente emozionante, con la proiezione del video “RITRATTI DI PANCIA”, storie di cesarei e ferite emotive, realizzato dalla fotografa sociale sarda Gisella Congia e presentato dalla collega e amica Mariangela Tripiedi. Un sorriso sulla pancia: sostenere le scelte della donna e favorire la guarigione della cicatrice viscerale e fisica, questo l’ intento.
“ONCE A CESAREAN ALWAYS A CESAREAN?” Perché la cultura del cesareo ha un’ incidenza così spropositata nel nostro territorio? Percorso nascita, statistiche, protocolli interni e raccomandazioni ministeriali: delucidazioni e approfondimenti, partendo dalla premessa fondamentale troppe volte omessa che ” le donne sanno partorire e i bambini sanno nascere”. Manca soltanto una corretta informazione al riguardo, ma qualcosa sta cambiando.Si parte dall’eperienza di Belcolle, passando per il Fatebenefratelli di Napoli e il Cristo Re di Roma, salendo fino a Vitipeno,con il contributo vivace e diretto delle rappresentanti della Casa delle Donne di Roma e dell’ Associazione Almamater.
La gravidanza non è una malattia, ogni parto è ” un evento sacro, un terreno di responsabilità e libertà, un momento di massimo potere e fragilità”.
Una giornata intensa: confronti pungenti, esperienze forti, medici e donne, insieme in un appassionate viaggio verso la consapevolezza.
<< Essere riuscite ad organizzare un incontro con le donne e per le donne, è stato per noi veramente importante. Trovare medici e ostetriche che, gratuitamente, hanno avuto voglia di mettersi in gioco e hanno scelto di esserci ci riempie di orgoglio. Aver coinvolto associazioni del calibro di Freedom For Birth con le sue fantastiche donne ci ha dato una grande forza. Aver avuto la possibilità di incontrare nella vita reale tante donne in cui siamo in connessione ormai da anni ci fa credere che questa sia la strada giusta>>.

Lo afferma la presidente dell’ associazione Kyanos Marta Nori, a conclusione del suo primo evento. C’è tanta determinazione, tanta voglia di comprendere per cambiare: le donne Kyanos sono pronte!

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI