Vasanello: il sindaco incontra il presidente del Camerun Biya

Procedono gli incontri istituzionali del sindaco di Vasanello, Antonio Porri, nel segno della cooperazione internazionale.
La settimana scorsa ha visto l’avvio con l’importante convegno che si è tenuto, in collaborazione con il Rotary di Viterbo, alla presenza di una folta delegazione camerunense e con la partecipazione di numerosi esperti sul tema della gestione delle acque e delle energie rinnovabili.
Ad intervenire l’architetto Arturo Vittori che ha illustrato il suo progetto Warka Water, una torre alta circa dieci metri in grado di raccogliere 95 litri di acqua potabile al giorno,
il dott. Roberto Bolognesi che ha parlato delle energie alternative: fotovoltaico, eolico e biomassa, il prof. Marcello Arduini che ha illustrato il ruolo della Casa della Cultura Camerunense di Vasanello a livello di cooperazione, sviluppo e cultura ed infine il prof. Vittorio Colizzi e il dott. Martin Sanou Sobze, che hanno illustrato il programma “PIGeDEA” di collaborazione internazionale per la gestione dell’acqua potabile e l’approvvigionamento idrico.
Il convegno ha seguito la sottoscrizione, durante la mattinata, di un protocollo d’intesa, sostenuto dall’Unione Europea e realizzato in collaborazione con importanti partner istituzionali, come il PIPAD, l’AME, l’EUROBIOPARK, ed il comune di Nantes in Francia, funzionale ad elaborare un programma per favorire l’accesso all’acqua potabile delle popolazioni africane, in particolare dei comuni di Douala 5eme, Kye-ossi, Nkong-Zem, Fongo Tongo e Dschang, con il quale Vasanello è già gemellato da anni e sul cui territorio, insieme alla Provincia e alla Regione Lazio, sono stati già realizzati tredici pozzi per l’approvvigionamento idrico delle popolazioni.
Mercoledì scorso invece, il primo cittadino, insieme al prof. Marcello Arduini, si sono recati in visita istituzionale all’Università di Roma “Tor Vergata” dove è stato ricevuto il Presidente della Repubblica del Camerun S. E. Paul Biya insieme ad una numerosa delegazione governativa tra cui il Ministro dell’Insegnamento Superiore, Jacques Fame Ndongo.
Scopo dell’incontro, il rafforzamento della cooperazione interuniversitaria tra l’Italia e il Camerun, a sottolineare l’importanza delle università (pubbliche e private) come leva di sviluppo del Camerun. L’appuntamento organizzato dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), ha avuto due momenti diversi: il primo con la consegna di una medaglia d’oro alla cultura al presidente Biya come riconoscimento di quanto fatto negli oltre trent’anni anni di governo.
Un secondo momento, successivo alla cerimonia presidenziale, ha visto in riunione il Ministro dell’Insegnamento Superiore del Camerun e i rettori italiani e camerunesi e si è concluso con la sottoscrizione di un documento di cooperazione tra le Università italiane e camerunensi.
Il sindaco Porri, per l’occasione, ha fatto predisporre dei pezzi della Casa della Cultura camerunense di Vasanello, unica in Europa, per l’accoglienza del presidente, che ha potuto quindi ammirare ed apprezzare da vicino dei manufatti della sua terra. www.comune.vasanello.vt.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI