Enogastronomia a Roma Tre in collaborazione con Unitus

Una cucina alberghiera

Un nuovo corso triennale in Scienze e Culture enogastronomiche. Lo inaugura l’Università Roma Tre.
«Porteremo in aula l’enogastronomia, settore d’eccellenza del ‘made in Italy’. Il nuovo corso – spiega il rettore Mario Panizza – rappresenterà un’importante innovazione didattica che unirà gli aspetti tecnici e professionali alla cultura del cibo nei suoi tanti aspetti scientifici. Quest’insegnamento, che svolgeremo in collaborazione con l’Università della Tuscia e l’Istituto alberghiero di Tor Carbone, rafforzerà un settore di grande sviluppo e di notevole impatto culturale, economico e turistico nella città di Roma e nel Lazio.
Il corso formerà figure altamente professionali in ogni campo enogastronomico, nazionale e internazionale, industriale e imprenditoriale, nel marketing e nella gestione della comunicazione e del turismo di settore».
A fronte di 50 posti disponibili, le domande di pre immatricolazione arrivate sono 221 (il termine per la presentazione delle richieste scadeva il 28 agosto).
Il test d’ingresso si terrà il prossimo 9 settembre.
Un’indagine preliminare di Roma Tre ha evidenziato la crescita dell’interesse per il settore formativo alberghiero in generale.
In passato il settore alberghiero «era scelto da studenti che non volevano o non potevano proseguire gli studi oltre il diploma secondario, ma negli ultimi anni, con
una presa di coscienza del valore e delle potenzialità del settore, è aumentata la percentuale degli iscritti e ancor più quella del numero dei diplomati» sottolinea l’università Roma Tre.

L’analisi dei dati, riferisce l’ateneo romano, ha inoltre dimostrato che il territorio regionale «è maturo per l’avviamento di un quadro formativo terziario del settore, anche alla luce della crisi occupazionale specialmente tra i giovani».
Da qui la decisione di Roma Tre di consentire il «salto accademico» dei nuovi «masterchef».

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI