“Università dello studente” vince le elezioni universitarie a Unitus

Riceviamo e pubblichiamo:

La lista Università dello studente ha sbaragliato il campo nelle elezioni che si sono svolte nei giorni scorsi per le rappresentanze studentesche negli organi amministrativi dell’Università della Tuscia (Consiglio di Amministrazione, Senato Accademico, Nucleo di Valutazione, Comitato Sportivo Universitario).
Alle consultazioni ha partecipato circa il 22% degli aventi diritto (per la precisione il 21,99%). La lista vincente è così riuscita a far eleggere i propri rappresentanti in tutti e quattro gli organi. Per il Senato Accademico Università dello Studente ha ottenuto 6 volte i voti della lista rivale, Gioventù Universitaria, con un totale di 1359 voti di lista contro 217, aggiudicandosi così la totalità dei seggi disponibili.
Il plebiscito è giunto dal Nucleo di Valutazione, dove la lista Università dello Studente ha ottenuto 1601 voti, aggiudicandosi quindi gli unici seggi disponibili per il CdA e il Nucleo di Valutazione, ottenuti rispettivamente da Filippo Lazzari con 1227 preferenze e Maria Giulia Brodo 1022 preferenze. Al CUS i due seggi disponibili sono stati assegnati a Yasmin Blazark Alfaro e Valerio Gerencser, che ottengono rispettivamente 747 e 774 voti. Al Senato Accademico accedono Silvia Lucarini con 458 voti, Lucrezia Scioscia Santoro con 412 voti e Antonio Pio Sergi con 276 voti.
Inoltre, Università dello Studente è riuscita a far eleggere 9 rappresentanti nella Consulta degli Studenti e 35 nei vari Consigli di corso di studio.
Una vittoria netta, quindi, frutto di un intenso lavoro dei ragazzi che hanno dato vita al progetto, mirato a coinvolgere il maggior numero possibile di studenti.
Un plauso particolare ai ragazzi della lista vincente arriva dal presidente dell’Associazione UniVerso Giovani, Emanuele Brodo, promotrice della lista Università dello Studente, per il lavoro svolto e per il risultato ottenuto.
L’obiettivo della lista uscita vittoriosa dalle elezioni è quello di rendere l’Università più accessibile e vivibile da coloro che rappresentano la parte viva dell’Ateneo: gli studenti. Tra le proposte inserite nel programma compaiono la riduzione delle tasse per gli studenti fuori sede, l’aumento degli spazi a disposizione degli studenti, il prolungamento degli orari delle segreterie, il miglioramento degli orari delle lezioni e delle date di esame, una maggiore trasparenza ed il potenziamento delle strutture sportive del C.U.S. Senza dimenticare l’attenzione rivolta alla dimensione internazionale dell’Università, con il potenziamento del programma Erasmus e l’introduzione di esami di certificazione per le lingue straniere (IELTS). Centrale, poi, è per Università dello Studente lo studio, che deve essere favorito ed integrato da spazi e servizi all’altezza: mense ed aule ristoro, per far sì che gli studenti possano vivere con più serenità la propria facoltà, ed aule studio e biblioteca aperte anche in orari serali, venendo così incontro anche a chi non riesce a frequentare la facoltà negli orari delle lezioni.
I Rappresentanti degli Studenti, in collaborazione con l’Amministrazione dell’Ateneo, faranno il possibile per realizzare il programma che li ha portati ad un così netto successo. Le intenzioni sono buone, e la speranza è che questo biennio sia ricco di novità, capaci di rendere l’Università della Tuscia, sempre di più, una Università degli Studenti.

Università dello Studente

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI