Unitus: successo incontro professoressa Renee Hobbs

Si è tenuto oggi all’Unitus il seminario internazionale organizzato dalla Prof.ssa Flaminia Saccà, Presidente del Corso di Laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, in collaborazione con l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, “HOW DIGITAL MEDIA ALTER CONCEPTS OF AUTHORITY AND EXPERTISE: DECIDING WHAT TO BELIEVE IN AN AGE OF FAKE NEWS”, a cura della Prof.ssa Renee Hobbs, della Rhode Island ‘University .
Un tema attualissimo che investe il modo attraverso cui le persone vengono socializzate alla politica, alle notizie, al principio di realtà. Dopo i saluti del Rettore, Prof. Alessandro Ruggieri, la Prof.ssa Hobbs,ha dimostrato agli studenti quanto sia difficile risalire alla fonte delle notizie che circolano in rete e quanto tuttavia sia sempre più necessario prendersi il tempo per riflettere e capire se ciò che stiamo leggendo o condividendo è vero e corretto, nonché che effetti potrebbe produrre su chi legge. Soprattutto ha sottolineato la Prof.ssa Hobbs, è importante prendere coscienza dell’economia della comunicazione digitale ed ognuno dovrebbe prendersi il tempo per analizzare se ci si trova di fronte ad una notizia o ad una parodia, ad una menzogna, o a della propaganda. Bisogna analizzare il contesto reale nel quale si inserisce, se scaturisce da un interesse privato, se i suoi effetti possono ripercuotersi sul bene collettivo, su ciò che magari viene omesso…
La prof.ssa Flaminia Saccà ha sottolineato come sui social network si rischi l’effetto echo chamber” e “confirmation bias” nel quale le persone tendono ad esporsi solo a notizie che confermano i propri pregiudizi, restando chiuse in circuiti composti da persone simili, che la pensano allo stesso modo, difficilmente esponendosi a notizie o idee distanti dalle proprie , causando così una radicalizzazione delle posizioni che rischiano di estremizzarsi e diventare sempre più inconciliabili.

La prof.ssa Hobbs ha inoltre spiegato come i media digitali allarghino anche le possibilità di informazione, coinvolgendo la stessa popolazione a dare notizia di qualcosa che accade sotto i propri occhi, anche in assenza di cronisti sul campo. Le nuove tecnologie digitali rendono facilissima la condivisione di foto o filmati da parte dei singoli cittadini e, per darne un esempio concreto, alla fine del seminario, ha scattato un selfie con la prof.ssa Saccà e gli studenti, da twittare seduta stante.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI