Una viterbese a Parigi. Bataclan #prayforparis LE FOTO

parigi

Una vacanza può trasformarsi in un incubo. Può succedere se la data del tuo soggiorno coincide con quel maledetto 13 novembre scelto dall’Isis per colpire il cuore dell’Europa. Ed è così se come meta hai scelto Parigi per una sosta prima della fine dell’anno, per camminare sulle foglie che ricoprono gli Champs-Élysée, con quella luce soffusa che solo Parigi sa regalare.

E’ accaduto a una viterbese in vacanza, una tra le tante turiste di tutto il mondo, miracolate nella tragedia. Anche lei ha visto negli occhi di altri la disperazione, le grida, il sangue, ha sentito l’odore acre della strage e la forza della resistenza: le passeggiate romantiche si sono trasformate in un incredulo assedio di sirene e polizia.

Ma dopo il 13 novembre Parigi non ha abbassato la testa. Le vie che circondano il Bataclan sono un tripudio di fiori.

Ecco le immagini scattate da Daniela Di Benedetti, una viterbese a Parigi, nei gironi della strage

[pp_gallery gallery_id=”38202″ width=”300″ height=”450″]

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI