Una caffetteria storica. L’ex Bar Giulio a Viterbo NO slot machine

Pausa caffè nella centralissima Via Marconi a Viterbo, all’ ex Bar Giulio, oggi Caffetteria Bertoldo. Lo citiamo per una pregevolezza, non avere all’interno del proprio locale slot machine, ci si entra solo per il piacere del servizio, per la gratificazione dell’accoglienza. Locale storico aperto nel dopoguerra da Marcello Grani, raggiunge la suo popolarità con la gestione del mitico Giulio Ciccarelli che lo chiama Max Drink , la fama dei suoi aperitivi alla frutta lo fa riconoscere come il punto d’incontro dei viterbesi negli appuntamenti immancabili di colazione e aperitivo serale.La esperienza del Maestro passa il testimonial negli anni scorsi all’allievo. Oggi la conduzione vivace e assoluta è di Francesco, che si avvale di uno staff tutto giovane, Marlene, Diego, Renzo. Alla esperienza di una scuola memorabile si è aggiunto il brio, ritrovabile nel servizio veloce, nella qualità dei piatti sempre freschi preparati con ingredienti salubri e nostrani, di cui spesso è artefice mamma Maddalena, mentre lo splendore della tramezzineria è di Simona . Spazio esterno riscaldato da cui godere il passaggio lungo la via, all’ingresso un bancone allungato e sgabelli, al piano superiore una sala per brunch, thè e per momenti d’incontro. Il buon locale che ravviva la città, ha un nome nuovo: Caffetteria Bertoldo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI