Un seminario sulla Macchina di Santa Rosa, protagonisti gli studenti del “Paolo Savi”

Presso la Chiesa di S. Giuseppe e Teresa (ex Corte d’Assise) a Viterbo, si è conclusa la serie di seminari che ha visto protagonisti gli studenti della classe 5 A Turistico del “Paolo Savi”.
I tre incontri si sono incentrati sulla profonda tradizione cittadina relativa alla ideazione, costruzione e trasporto della macchina di Santa Rosa. Gli studenti sono stati presentatori, intervistatori, guide e animatori delle serate del seminario, cogliendo l’opportunità di proporre alla città intera curiosità e aspetti meno noti di una tradizione tanto sentita da essere riconosciuta come evento Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco.
In particolare, nell’ultimo incontro, è stato un onore per gli studenti del “Paolo Savi” avere come protagonisti sul trasporto della macchina di S. Rosa, due ex alunni, il primo, Ugo Poggi il fotografo dei costruttori e ideatore della mini macchina che ha presentato i bozzetti della realizzazione della macchina dal 1600 ad oggi; quegli stessi bozzetti ripresi fotograficamente, hanno costituito un “pezzo forte ” degli eventi descritti in una mostra posta all’ingresso dell’ex Corte d’Assise, insieme alle foto della giovane Claudia Cavallo; poi l’emozione è cresciuta con l’intervista al secondo ex alunno, ora Presidente del Sodalizio, Massimo Mecarini.
La sua esperienza nel condurre l’evento vissuto dalla popolazione cosi intensamente ha rappresentato anche il successo di un ex alunno a cui simbolicamente la Dirigente del “P.Savi, professoressa Patrizia Gaddi, ha riletto il giudizio di maturità!
Gli incontri che hanno visto la partecipazione di validissimi esperti – ciascuno nel proprio ambito di ideazione, costruzione e quindi trasporto – sono stati gestiti dai ragazzi della classe 5 A Turistico con passione e competenza, a dimostrazione di una seria applicazione “sul campo” di competenze ormai consolidate.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI