Tutta la Tuscia è un Presepe Vivente

Donatella Agostini

Era il dicembre del 1223. Francesco di Assisi si trovava presso l’eremo di Greccio, tra le montagne del Reatino, quando pensò di celebrare il Natale in modo anche concreto e visibile, ricreando il luogo umile e precario in cui Gesù era venuto al mondo. Nella antica notte di Natale di Greccio, non furono utilizzate statue, ma un asino e un bue veri, e un bambino collocato in una mangiatoia da animali. Qui Francesco celebrò l’Eucaristia, e il mistero di un Dio che per nascere come uomo tra gli uomini aveva scelto la povertà di una stalla. Da quel primo presepe al mondo furono molte le persone che vollero perpetuare la tradizione di un Natale da vedere e da toccare, in cui trovassero posto elementi di quotidianità della vita, e nacque così l’usanza di fare il presepe nelle nostre case, in ogni luogo ove fosse una comunità e infine, i suggestivi presepi viventi. I fondali naturali rappresentati dai nostri antichi borghi sono delle suggestive cornici per le magiche rappresentazioni della Natività nella Tuscia. Amatissimi dai bambini, costituiscono anche un forte richiamo per gli adulti, che restano rapiti dalle atmosfere e dalle suggestioni di quelle che sono delle vere e proprie installazioni artistiche. Al tramonto, tra le sapienti illuminazioni e il calore dei fuochi, offrono uno spettacolo indimenticabile.

Il Presepe Vivente forse più famoso della Tuscia è quello di Civita di Bagnoregio: il “paese che muore”, famoso in tutto il mondo, fa da perfetta cornice alla celebrazione della Nascita più importante, in un ideale salto in un remoto passato. In dieci differenti scene vengono ricostruiti gli ambienti e le vicende che ruotano intorno alla nascita di Gesù: il mercato arabo, le botteghe artigiane, il castello di Erode, i pastori con gli armenti e la stalla della Natività. Dal 26 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 saranno cinque gli appuntamenti con la Sacra Rappresentazione della Natività a Civita di Bagnoregio: 26, 30 dicembre 2017 e 1, 6, 7 gennaio 2018 (orario 16.30 – 19.00).

La manifestazione organizzata dall’associazione Presepe Vivente di Tarquinia si terrà il 26, 30 dicembre 2017 e il 6 gennaio 2018 (orario 17.00 – 19.30). Tre mesi di preparazione, oltre 300 figuranti nei panni di centurioni romani, fornai, pastori, fabbri; e ancora fachiri, serpenti e giochi di fuoco: l’antichissima città etrusca dell’Alto Lazio, famosa per la sua necropoli, diventerà per magia la Betlemme di duemila anni fa. Top secret la location, che comprenderà angoli meno noti del centro storico, dal convento di San Francesco alla chiesa della Santissima Trinità. Quadri viventi e scene dialogate; ambientazioni dove si potranno anche degustare zuppe tipiche, bruschette con l’olio evo della Tuscia, castagne e vino. I bambini potranno provare l’ebbrezza della prima cavalcata, o vedere come si prepara il formaggio. Previsto anche un annullo speciale sul francobollo di Poste Italiane.

Il 26 e il 30 dicembre 2017, e in replica l’1, 6, 7 gennaio 2018 torna la magia del Presepe Vivente di Sutri.
Il percorso si snoda lungo la necropoli rupestre antistante la via Cassia, dall’anfiteatro romano al Mitreo, e sarà illuminato da centinaia di fiaccole romane: un fondale naturale nel quale saranno allestiti i quadri viventi ambientati nella Palestina di due millenni fa. I visitatori ammireranno i figuranti intenti a svolgere i lavori e i giochi quotidiani all’interno delle grotte; accampamenti romani, fabbri che lavorano il ferro, fornai intenti a cuocere il pane. Una musica suggestiva accompagnerà il percorso per un’esperienza indimenticabile. Il 6 gennaio arriveranno i re Magi, che raggiungeranno la Capanna della Natività partendo dalla Cattedrale.

Un vero e proprio spettacolo teatrale all’aperto: è il Presepe Vivente di Corchiano, giunto alla 48° edizione: impreziosito dalle note musicali del maestro Nicola Piovani e accompagnato dall’inimitabile voce di Gigi Proietti, andrà in scena il 25, 26, 30 e 31 dicembre, e ancora l’1, 6 e 7 gennaio, a partire dalle 17.30. Ambientazione nell’antico centro storico del borgo viterbese, nei vicoli e nelle piazze illuminate in modo suggestivo. Per l’occasione verranno riaperte le antiche cantine, dove si svolgerà un Mercatino natalizio con artigianato locale e delizie del territorio.

Il centro storico di Caprarola, con i suoi vicoli e scorci caratteristici, ospita il Presepe vivente, in programma il 26 dicembre 2017 e il 1° e il 6 gennaio 2018. L’evento è inserito nel cartellone delle iniziative “La Magia del Natale”, promosso dal Comune di Caprarola in collaborazione con associazioni e realtà locali.Gli allestimenti, attivi dalle ore 16 alle 19, iniziano da Piazza Vignola, dove si trova anche la biglietteria.

Montefiascone:l’ Associazione Amici del Colle in collaborazione con la compagnia teatrale “ I Burloni” e con il patrocinio del comune di Montefiascone e della Regione Lazio farà immergere il visitatore nell’atmosfera dell’ attesa. La rappresentazione giunta ormai alla sua quarta edizione avrà luogo, il 26 dicembre 2017 alle ore 17 seguiranno il 1 gennaio 2018 e la rievocazione conclusiva conclusivo il 6 gennaio 2018 in P.zza Vittorio Emanuele e a Piazzale Frigo. Inizierà con l’arrivo di Maria e Giuseppe nella piazza principale del paese e snoderà poi lungo le vie circostanti dove circa 150 figuranti parteciperanno alla rappresentazione del mistero della natività. Tutti i luoghi appositamente realizzati per rievocare l’occasione faranno da magnifica scenografia a tutta la rappresentazione, che darà vita, ad un vero e proprio percorso grazie ai realistici costumi e scenografie che accompagneranno tutti gli spettatori alla grotta della natività.

E ancora i tutti i restanti borghi:

Bolsena
Martedì 26 dicembre 2017
Mercoledì 6 gennaio 2018
a partire dalle ore 17.30, quartiere Castello

Onano
Sabato 6 gennaio 2018 a partire dalle ore 17.00
IV edizione del presepe vivente ambientato nel rione Monte del Gallo, ripropone scene di vecchi mestieri, con il Palazzo Monaldeschi trasformato in dimora di Erode il Grande.

Ronciglione
Borgo medievale
Martedì 26 dicembre 2017 – Sabato 6 gennaio 2018 (a partire dalle ore 17,00)

Vejano
Martedì 26 dicembre 2017
Lunedì 1 gennaio 2018
Sabato 6 gennaio 2018

Vetralla
Lunedì 25 dicembre 2017
Martedì 26 dicembre 2017
Sabato 6 gennaio 2018
Orario: dalle ore 17.30

La Quercia (Viterbo)
Santuario Madonna della Quercia, mostra dei 100 presepi artigianali nel Chiostro della Cisterna, a cura della Pro loco di Viterbo e della parrocchia S. Maria della Quercia.
Aperta fino al 6 gennaio 2018.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI