Tuscania: scuola e arte per dare forma al mondo

Due appuntamenti di grande rilievo al Supercinema di Tuscania nella prima settimana di maggio: li propone l’associazione di promozione sociale e culturale Kinesfera, con il Patrocinio del Comune di Tuscania. Martedì 3 maggio alle 15:30, sarà ospite
d’eccellenza il maestro elementare Franco Lorenzoni, ricercatore in campo pedagogico e fondatore della casa-Laboratorio di Cenci, in occasione della presentazione del suo libro “I bambini pensano grande “e del film-documentario Elementare – appunti di un percorso educativo.
Battutosi da sempre per il rinnovamento della didattica, Lorenzoni porta avanti la sua”battaglia culturale per l’infanzia”, per i bambini che, come diceva Winnicott, pioniere della pedagogia del Novecento, hanno molto più da dare che da ricevere.
Si adopera affinché sia data la possibilità ai bambini di dare forma al mondo, “attivare i
[…] sogni e il desiderio di conoscere” – esperienza fondamentale nei piccoli, spesso oppressi
da ansia e ritmi serrati, che occupano irreversibilmente il loro tempo. Tra l’altro, sostiene
Lorenzoni, anche per gli insegnanti c’è “bisogno di entusiasmo e di tornare a credere
all’importanza di un mestiere screditato”. Da qui il suo impegno costante affinché si punti
alla formazione, e verso la fioritura di una scuola per tutti, aperta a qualsiasi possibilità di
inclusione e integrazione – “senza incontro con le diversità non c’è crescita umana e
culturale.”
Ecco dunque il fil-rouge con cui Kinesfera coniuga l’incontro con Lorenzoni e il secondo appuntamento di maggio: una breve rassegna di Teatro Integrato, sabato 7 e domenica 8,
a partire dalle ore 16:00. Nell’ambito del progetto IoTuNoi, Kinesfera invita tre compagnie di teatro-danza (Nessuno Escluso di Civitavecchia, Della Mia Misura di Roma e IntegraMente/Ass. Cult. Astarte di Viterbo) a presentare i risultati dei laboratori creativi
proposti durante l’anno, aperti sia a persone con difficoltà che normodotate, all’insegna dell’inclusione sociale attraverso attività creative di gruppo. I ragazzi coinvolti hanno infatti abilità ed età diverse e si sperimentano liberamente, creando e trovando nel gruppo
ciascuno il proprio ruolo. Obiettivo della rassegna, oltre dare la possibilità ai tre gruppi di incontrarsi e condividere le esperienze, è anche confrontarsi con il pubblico esterno.
Per entrambi gli eventi ci saranno momenti utili alla riflessione e allo scambio – un “pensare insieme“, per dirla ancora con Lorenzoni, che permetta di riconoscere la potenzialità nella
disabilità e la ricchezza nella diversità.
L’ingresso è gratuito, ma gradita è la libera donazione. Dato il numero limitato di posti è
bene prenotarsi per ciascuno degli eventi, scrivendo a info@kinesfera.it o chiamando il numero 3479400771.
Per il programma completo: www.kinesfera.it.
Gloria Desideri Presidente
Associazione ps KINESFERA

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI