“Troppa grazia”, grazie a Viterbo

Dopo otto settimane di lavorazione, si sono concluse le riprese di “Troppa grazia”, nuovo lavoro di Gianni Zanasi (“Non pensarci”, “La felicità è un sistema complesso”) con protagonisti Alba Rohrwacher, Elio Germano, Giuseppe Battiston e Hadas Yaron.

Il film, girato quasi interamente nella Tuscia, ha avuto Viterbo come location principale con riprese in diverse zone del centro (Piazza della Morte, Piazza del Gesù) e della città (Rettorato dell’Università, aree esterne del PalaMalè, della piscina comunale e di vari quartieri, interni di diversi locali).

La lavorazione di “Troppa grazia” – prodotto da Pupkin Production e Ibc Movie con Rai Cinema – ha poi toccato altre zone della provincia come Tarquinia, Bassano Romano, Acquapendente e la Faggeta di Soriano nel Cimino.

“Vogliamo ringraziare – dichiara la produttrice Rita Rognoni – l’amministrazione comunale di Viterbo nella persona dell’assessore allo sviluppo economico Sonia Perà per la disponibilità dimostrata. Grazie anche al Comando dei Vigili Urbani e dei Carabinieri, agli operatori locali e al Tuscia Film Fest per il supporto fornito durante le riprese”.

“Per tutti noi – conclude – è stata una bellissima esperienza e ci auguriamo che il nostro film possa aiutare a far conoscere ancora di più e a un pubblico sempre più grande il territorio di Viterbo e della Tuscia”.

L’uscita in sala di “Troppa grazia”, che sarà distribuito da Bim, è prevista per la primavera 2018.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI