Tre dipendenti viterbesi di Poste nominati Maestri del Lavoro

Sono 3 i dipendenti di Poste Italiane in provincia di Viterbo che martedì 1° maggio 2018 saranno nominati “Maestri del Lavoro” nell’ambito dell’iniziativa Stelle al Merito, indetta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
La prestigiosa onorificenza viene assegnata ogni anno dal Presidente della Repubblica a dipendenti di imprese pubbliche o private che hanno mostrato particolare perizia, laboriosità e buona condotta morale in azienda.
Vincenzo Olivieri, direttore dell’ufficio postale di Viterbo 2, Alfredo De Alessandris, operatore di sportello a Vignanello e Marino Baroncini, responsabile del Centro di Recapito di Monte Fiascone, riceveranno l’onorificenza di “Maestro del Lavoro” nel corso della cerimonia che si terrà al Quirinale in occasione della Festa del Lavoro.
Il riconoscimento istituito nel 1967, può essere attribuito a cittadini italiani di età minima 50 anni che abbiano prestato attività lavorativa per almeno 25 anni. A conferire il titolo di Maestro del Lavoro un’apposita commissione istituita dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il numero delle onorificenze concesse annualmente è pari a mille e il 50 per cento è riservata a chi ha iniziato la propria attività dai livelli contrattuali più bassi.
Il riconoscimento quest’anno verrà assegnato a 81 dipendenti di Poste Italiane e per l’Azienda è motivo di grande soddisfazione con l’augurio che la passione e il senso di responsabilità dimostrati possano essere d’esempio per i più giovani. Oltre a celebrare il lavoro come valore fondante del Paese, secondo i principi affermati nella Costituzione, l’iniziativa Stelle al Merito è l’omaggio e la pubblica testimonianza a quanti, attraverso il contributo personale, hanno realizzato un piccolo passo per migliorare il cammino della società.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI