Tra Forma e segno: mostra d’Arte moderna a Valle Faul

Settanta opere di levatura mondiale, affiancati dall’estro di sette artisti viterbesi.
Dal 19 marzo al 29 maggio all’ex mattatoio a Viterbo in Valle Faul, nei locali concessi dalla Fondazione Carivit va in scena la mostra “Tra Forma e Segno” curata dalla storica critica d’arte Beatrice Buscaroli comprendente per l’appunto 70 opere di artisti come Modigliani, Schifano e Keith Haring compreso quell’Enrico Castellani che nella Tuscia ci vive, nel borgo antico di Celleno, e tutti gli altri.
Spazio anche ai viterbesi: Pasquale Altieri, Davide Dormino, Jan Jancoronato, Massimo De Giovanni, Araldo Miotti, Federico Paris e Sophie Savoie.
Lunedì 14 marzo è fissata la conferenza stampa e l’inaugurazione prevista per venerdì 18 marzo, alla presenza anche dei rappresentanti istituzionali della Repubblica di San Marino, a partire dal ministro della Cultura. Accanto alla mostra principale, si svilupperà anche la rassegna Contemporanea-Contemporanei, complemento dedicato agli artisti viterbesi, che esporranno le proprie opere accanto a quelle di maestri universali.
Un scelta senz’altro che ben si ordina nell’offerta ambiziosa della Tuscia per i prossimi ponti: Pasqua, il 25 aprile e il 1 maggio ma che va vista pure come una grande possibilità per i viterbesi.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI