Touring i fratelli Zappa fanno il boom , arriva Lea Padovani

Avanza la rassegna Touring-Fidapa-Come era nelle previsioni un grande successo, l’incontro che hanno tenuto martedì 21 aprile i fratelli Zappa, Marco e Gianluca, sulla “Guerra degli intellettuali”,inserito nel ciclo dedicato alla Grande Guerra.Organizzato da Fidapa in collaborazione con associazione Nimpha, il Club Inner Wheel, il Touring Club e l’Ordine di Malta, ha esaminato la significativa influenza della partecipazione attiva al fronte rispettivamente dal punto di vista letterario ed artistico.
Il comune denominatore tra i due autorevoli interventi è stata la dimostrazione tangibile del conflitto come stimolo dal punto di vista della produzione degli intellettuali che, paradossalmente, nel drammatico periodo storico della prima Guerra mondiale, riuscirono ad elaborare dei veri e propri capolavori.
Marco Zappa ha preso in esame al riguardo le opere di grandi artisti come Boccioni, Sironi, e Sant’Elia fino ad arrivare alla Mertafisica di Carrà e De Chirico, che elaborarono il movimento proprio durante il ricovero nell’ospedale di Ferrara.
Gianluca invece si è soffermato sull’aspetto letterario, esaminando le opere di grandi autori come Ungaretti e D’Annunzio principale sostenitore dell’interventismo dell’Italia insieme a Marinetti che definiva la guerra “necessaria per esaltare il genio creatore italiano”.
Un cenno è stato infine dedicato a Corrado Alvaro, intellettuale della Tuscia sepolto a Vallerano.
Il prossimo appuntamento culturale organizzato dal Touring Club con Fidapa in collaborazione con la Fondazione Carivit, è invece di tutt’altro genere, rientrando nella rassegna dei Pomeriggi Touring dedicata alle donne.
Protagonista della conferenza sarà Lea Padovani, l’attrice in bianco e nero dell’ultimo dopo guerra, originaria di Montalto di Castro (1923-1991) con mamma di Tuscania che ebbe una folgorante carriera sia nel teatro che nel cinema.A parlarne sarà Franco Grattarola, esperto di cinema di rango nazionale, lunedì 27 aprile alle ore 17 nella sala conferenze del Museo della Ceramica di Palazzo Brugiotti. Come testimonial sarà presente Paolo Bianchini, regista di numerosi film e collaboratore di Luigi Zampa che diresse come aiuto regista Lea Padovani in tre film: Solo Dio mi fermerà (1957), Frenesia dell’estate (1964) e Il Gioco delle spie (1966). Ingresso libero

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI