Torre Julia de’ Jacopo: apertura senza segreti ad Acquapendente

La Torre Julia de’ Jacopo, già P.ta S. Sepolcro, fu così chiamata in onore della fanciulla aquesiana, che il 18 gennaio 1550, con la sua prontezza, riuscì a bloccare l’ingresso ai soldati nemici. Al piano superiore della Torre Julia de’ Jacopo, si trovano dei locali in cui sono stati raccolti ed esposti reperti di ceramica medievale frutto degli scavi condotti nel centro storico di Acquapendente dalla sede locale dell’Archeoclub d’Italia. Gli scavi effettuati nel centro storico, hanno portato alla luce reperti che testimoniano quella che fu l’antica tradizione ceramica aquesiana, sin dal XIII secolo. Fortificazioni e ceramiche medievali. Lo splendore architettonico dell’antica cinta muraria e il fascino della maiolica arcaica. È la chiave in grado di aprire l’antica porta di ingresso della città. Una delle tre. Porta Romana, da tutti conosciuta oggi come Torre Julia de Jacopo. “Nel maniero medievale, dislocate sui due livelli espositivi, sono collocate le collezioni ceramiche più pregevoli del territorio. I reperti rinvenuti coprono un arco che parte dalla prima metà del XIII secolo sino ai primi decenni del XV secolo”.
Invita a lanciare un particolare sguardo legato alla sua struttura architettonica e scoprire le affascinanti maioliche arcaiche che la struttura conserva, la Cooperativa L’Ape Regina. L’appuntamento con la visita guidata dall’architetto Giorgio Campana al costo di 5 euro – prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente – è per sabato 26 novembre alle 16 in quella che è la sede più antica delle tre strutture del Museo della Città di Acquapendente.
“Approfondiremo il particolare aspetto architettonico delle mura urbane aquesiane – anticipano gli organizzatori – e come la conformazione dell’antica torre si è modificata nel susseguirsi del tempo e delle vicende storiche che l’hanno vista protagonista. Tutt’oggi, la cittadina conserva larghi tratti dell’antica e turrita doppia cinta muraria che la difendeva in epoca medievale”. La visita sarà seguita dalla degustazione di prodotti tipici locali quali vino, olio nuovo, ricotta e vecchiarelle.
Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
0763.730065 – eventi@laperegina.it
800.411834 interno 0 (dal martedì al sabato, con orario 9-13 e 16-19, domenica dalle 10 alle 13)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI