Tarquinia. Fusione di BCC Tuscia in BCC Roma

Anche il sindaco Mauro Mazzola esprime soddisfazione per l’approvazione del progetto di fusione di BCC Tuscia in BCC Roma. «La fusione di due istituti di credito del territorio è un chiaro segnale di capacità delle organizzazioni locali di aver capito che la chiave per superare la crisi è l’unione delle forze. – dichiara il primo cittadino – Grazie a questa nuova realtà restano in piedi importanti servizi rivolti alla comunità locale».
Nata del 2000 dall’unione di due piccole Banche di Credito Cooperativo, la BCC Tuscia è diventata un punto di riferimento per molte aziende e famiglie del territorio. La BCC Roma è invece la più grande Banca di Credito Cooperativo d’Italia con oltre 140 sportelli distribuito tra Lazio e Abruzzo e circa 1300 dipendenti.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI