Tannoura dance lo spettacolo fatato a Caffeina

Luciano Pasquini

Un tripudio di colori e di piacere;è la sintesi dello spettacolo in notturna di domenica 25 giugno a Piazza San Lorenzo con i Sufiu Tannoura Dance, i Danzatori delle stelle, prestigioso balletto di Stato egiziano.
Le danze primitive hanno avvolto come in una atmosfera magica la platea di una piazza San Lorenzo che non ultimo Roberto Saviano ha definito una esaltazione della bellezza, piazza in cui in una calda notte di giugno in un tripudio di colori e di suoni, in un crescendo di emozioni adrenaliniche è sta messa in piedi a passo di danze primitive una serata veramente singolare.
I ballerini e i musicisti, hanno saputo coinvolgere il pubblico trascinandolo in un crescendo di movimenti velocissimi sollecitati dal ritmo ipnotico dei tamburi e dei flauti.
Danzatori che in un giro interminabile su se stessi hanno saputo trasportare la platea in quel mondo egiziano fantastico e colorato declinato negli antichi costumi tradizionali, esprimendo il concetto filosofico dei rituali islamici del sufismo, secondo il quale l’universo ha origine nello stesso punto di rotazione. Uno spettacolo straordinario che sa raccontare la civiltà egiziana in passi e movenze come quello in cui tutti si muovono in senso antiorario in un movimento circolare contemporaneo con il richiamo alle quattro stagioni e il palco diviene un unicum di colori movimenti suoni. Una rappresentazione che Caffeina Festival ha organizzato insieme a Gea di Soriano nel Cimino con il patrocinio di SIB(Società Italiana Beneficenza Roma e Cairo) che sicuramente caratterizza il programma di questa edizione.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI